Giornale di informazione di Roma - Martedi 27 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

Roma, Luis Enrique: "Serve la gara perfetta"

Nel primo anticipo di giornata gli uomini di Luis Enrique affrontano i rossoneri primi in classifica

"Possiamo battere il Milan, ma serve una gara perfetta". Luis Enrique e la Roma sognano l'impresa a San Siro. Domani i giallorossi fanno visita al Milan capolista e vanno a caccia del terzo successo consecutivo per proseguire l'inseguimento al terzo posto. "La gara di domani non cambierà la nostra stagione. Potremmo vincere a Milano e perdere le altre 9 gare. O viceversa. Possiamo battere il Milan, ma dobbiamo essere al 100%: serve una gara perfetta, possiamo farla", dice il tecnico asturiano nella conferenza alla vigilia della sfida con il diavolo. "All'andata il Milan ha vinto qui per 3-2, c'è stata una grande differenza tra le due squadre e il risultato è stato giusto. C'è un divario evidente tra il Milan e noi a livello di regolarità. Il possesso del pallone domani sarà molto importante. Si affrontano due formazioni che vogliono costruire gioco, entrambe vogliono vincere", dice Luis Enrique. "Spero sia una partita divertente per i giocatori e per i tifosi, ma non so se ci saranno 5 gol come all'andata. Ripeto: se non siamo al 100%, è difficilissimo battere il Milan. I nostri avversari, invece, possono vincere contro chiunque anche se non sono al top", aggiunge. La Roma recupera Francesco Totti e Miralem Pjanic. "Totti si è allenato con la squadra per tutta la settimana, è a disposizione in buona condizione anche se non può essere al 100%", spiega. In difesa, invece, c'è un punto interrogativo. "È normale che qualcuno abbia problemi. L'unica situazione veramente preoccupante è quella di Heinze, non sappiamo se sarà della partita", dice riferendosi al centrale argentino. Con una difesa improvvisata, diventerebbe ancor più complicato arginare Zlatan Ibrahimovic: "È sempre difficile fermare un giocatore fortissimo come lui".

Dopo la vittoria ottenuta lunedì contro il Genoa, Luis Enrique ha espresso giudizi poco lusinghieri sulla propria squadra. "La partita con il Genoa non è stata così negativa come avevo pensato all'inizio. La squadra sta migliorando e deve continuare a farlo se vuole avere un rendimento regolare", dice correggendo la 'pagella'. "Sono soddisfatto di tutti i calciatori. Lamela? Sono soddisfattissimo di lui, il giudizio deve essere complessivo e non può limitarsi ad una sola partita", prosegue. "Noi siamo in un momento ottimo, siamo vicini al terzo posto. Non dobbiamo certo dimenticare che alle nostre spalle ci sono squadre che stanno facendo bene. Vincere a Milano sarebbe uno stimolo notevole, un'iniezione di fiducia in vista dei prossimi impegni. Il Milan, d'altra parte, vuole tenere a distanza la Juventus", afferma ancora. Il Milan dovrà dosare le energie visto che la prossima settimana è in programma l'andata dei quarti di finale di Champions contro il Barcellona. "Non credo che il Milan sarà distratto dal prossimo impegno in Champions League. Arriva il momento clou del campionato, i rossoneri sanno che tutte le partite d'ora in poi sono fondamentali", dice prima di mandare un messaggio 'europeo': "Battere il Barcellona, che è la squadra più forte del mondo, è difficile per tutti".
 
 

[23-03-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE