Giornale di informazione di Roma - Domenica 25 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Operazione ''I soliti ignoti'', arrestati quattro romani

avevano messo a segno un colpo alla banca Unicredi di piazza di Spagna

Avevano messo a segno il colpo perfetto, in pieno centro, a piazza di Spagna. Lo scorso 19 dicembre in meno di 5 minuti i quattro professionisti della rapina avevano svaligiato le casse della banca UniCredit portando via 236.000 euro in contanti. I carabinieri hanno impiegato tre mesi per risalire ai responsabili del colpo; sono tutti romani e con precedenti per rapina (tra i quattro ci sarebbe anche un ex Nar).

Questa mattina è scattato il blitz dei militari che hanno arrestato, per il reato di rapina aggravata, Silvano L., 51 anni, il 55enne Nicola P., Claudio R. di 52 anni ed il 39enne Walter F. Ad incastrare i quattro alcune testimonianze raccolte dai Carabinieri e l’analisi delle immagini delle telecamere, sia di quelle interne alla banca che quelle in piazza di Spagna. Durante le perquisizioni i militari hanno rinvenuto due cappelli di lana blu, un cappotto, una casacca della Polizia Municipale ed una pistola calibro .40, tutti oggetti presumibilmente utilizzati durante la rapina. Ad incastrare i quattro anche un’impronta isolata dai Ris nell’istituto di credito che combacia perfettamente con una scarpa sequestrata ad uno dei quattro rapitori. I militari hanno anche recuperato 10.000 euro in contanti.

"Si tratta di quattro professionisti con precedenti penali -spiega il Comandante del comando provinciale di Roma Maurizio Mezzavilla-. Questa è una prima fase investigativa in cui stiamo verificando se i quattro sono responsabili anche di altre rapine. Stiamo cercando anche di risalire ad altri soggetti che potrebbero aver partecipato alla rapina a piazza di Spagna".

Il gruppo pur essendo armato non aveva mai mostrato apertamente, durante la rapina, le pistole. In tre erano entrati nell’istituto di credito e conoscevano perfettamente movimenti ed abitudini del personale. Un "palo" attendeva invece all’esterno. Non è escluso, spiegano i Carabineri, che ci siano anche altri complici.
presumibilmente utilizzati durante la rapina

[20-03-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
 
 
 
 
  • I video della notizia