Giornale di informazione di Roma - Sabato 01 ottobre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Roma
 
 

La Roma supera il Genoa: l'Europa pi vicina

Finisce 1-0, decide Osvaldo. Buona prestazione, ma troppe occasioni sprecate.

Finalmente una Roma bella e vincente. Sulla scia dei risultati favorevoli di questa giornata, i giallorossi hanno ragione di un Genoa piuttosto inconsistente con un’ottima prestazione e tante occasioni da gol sprecate, tanto che l’1-0 finale sancito dal gol di Osvaldo, realizzato dopo appena due minuti, va fin troppo stretto agli uomini di Luis Enrique.

PRIMO TEMPO – Il tecnico asturiano deve fare di nuovo i conti con molte assenze: in difesa Rosi lascia il posto a José Angel, con Taddei spostato a destra; a centrocampo Greco sostituisce Pjanic mentre in attacco è di scena il trio Lamela-Borini-Osvaldo. I giallorossi partono forte, e dopo appena due minuti vanno in vantaggio: apertura di Greco per Osvaldo, che in area elude l’intervento di Rossi con un dribbling a rientrare e infila Frey con il destro. La reazione del Genoa è piuttosto molle e la Roma, dopo aver controllato agevolmente, costruisce tre palle-gol in tre minuti. Al 19’ Greco conclude dalla distanza su azione di contropiede, ed è bravo Frey a deviare in corner. Dall’angolo scaturisce un’occasione in mischia per Kjaer, che di sinistro conclude di poco alto. Al 21’ Osvaldo si presenta a tu per tu davanti a Frey su lancio di Taddei ma conclude a lato. Dieci minuti più tardi, Giannoccaro nega un rigore piuttosto netto a Greco, atterrato in area da Moretti. Sul capovolgimento l’unica occasione del primo tempo per il Genoa, con Belluschi che anticipa José Angel da distanza ravvicinata ma non sorprende Stekelenburg. Al 35’ nuovo intervento di Frey, stavolta incerto, su tiro dalla distanza di De Rossi.

SECONDO TEMPO – Marino prova a cambiare l’inerzia del match inserendo Jankovic per Rossi, e la gara è sicuramente più aperta. Al 3’ Lamela (buona la sua prestazione) va in progressione sulla sinistra e Frey devia il tiro da distanza ravvicinata. Al 13’ proprio l’argentino lascia il posto a Bojan, che appena entrato fallisce una clamorosa occasione da distanza ravvicinata su lancio illuminante di De Rossi. Al 19’ Jorquera subentra  Belluschi. Al 25’ clamorosa occasione per il Genoa: Palacio parte in posizione di offside e conclude a tu per tu con Stekelenburg, colpendo la traversa. Al 28’ è la volta di Marquinho per Greco. Proprio il brasiliano impegna Frey con un sinistro dalla distanza. Nel finale i rossoblu provano a premere, complice qualche errore a centrocampo da parte della Roma, non riuscendo tuttavia a essere pericolosi. Piuttosto, sono proprio gli uomini di Luis Enrique ad andare vicini al raddoppio in diverse circostanze, soprattutto con Bojan e Osvaldo. Minuti finali per Fabio Simplicio al posto di Gago
Se qualcosa va imputato a questa Roma, è sicuramente l’incapacità di chiudere la partita nonostante l’enorme mole di occasioni costruite. Gli accorgimenti tattici di Luis Enrique, con la discesa di un solo laterale di difesa in fase di possesso palla, sembrano dare i loro frutti: i rischi sono in parte ridotti, pur non mancando qualche svarione individuale che anche oggi ha fatto palpitare i tifosi giallorossi. In ogni caso, nella sfida contro il Milan di sabato prossimo servirà una maggiore concretezza e ancor più attenzione in difesa. Soprattutto ora che la classifica, in zona-Europa, si è accorciata, e la Roma può legittimamente sperare di rientrare in corsa per il terzo posto.

Simone Luciani

Roma-Genoa 1-0
ROMA: Stekelenburg; Taddei, Kjaer, Heinze, José Angel; Gago (dal 42' s.t. Simplicio), De Rossi, Greco (dal 29' s.t. Marquinho); Lamela (dal 13' s.t. Bojan); Osvaldo, Borini. (Lobont, Rosi, Viviani, Piscitella). All. Luis Enrique.
GENOA: Frey; Mesto, Carvalho, Kaladze, Moretti; Rossi (dal 1' s.t. Jankovic), Veloso, Biondini; Belluschi (dal 19' s.t. Jorquera); Gilardino, Palacio. (Lupatelli, Sampirisi, Alhassan, Birsa, Zé Eduardo). All. Marino.
ARBITRO: Giannoccaro di Lecce (Maggiani-Altomare/Guida).
MARCATORI: Osvaldo al 2' p.t.
NOTE: ammoniti De Rossi, Jankovic, Kaladze. Spettatori 31.000.

[19-03-2012]

 
Lascia il tuo commento