Giornale di informazione di Roma - Martedi 27 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Furti di rame, sequestrato deposito sul lungotevere Gasmann

la Polfer recupera materiale rubato a Rfi, quattro arresti

La squadra di polizia giudiziaria del compartimento Polfer di Roma ha arrestato 3 italiani per ricettazione di rame e violazione delle norme in materia ambientale. Un quarto uomo è stato arrestato invece con l'accusa di furto aggravato. Nel corso dell'operazione chiamata 'Filo d'Arianna', sono state recuperate sette bobine di rame in uso a Rete Ferroviaria Italiana prelevate da un cantiere nella stazione di 'Roma Ostiense' e il sequestro di una vasta area adibita a deposito di rottami ferrosi sul Lungotevere Gasmann, la Metaltevere s.r.l.

Durante il sopralluogo, la polizia giudiziaria ha rilevato la presenza di rifiuti ferrosi di varia natura e, insieme alla collaborazione con la polizia provinciale di Roma, sono stati sequestrati 20 metri cubi di trecce di rame, 30 metri cubi di rottami di ferro, 240 metri cubi di rottami ferrosi misti, pneumatici, parti di impianti di illuminazione, legno, decine di computer, 200 metri cubi di rottami metallici imballati sottoposti a riduzione volumetrica. Durante un appostamento, gli agenti hanno notato entrare nel deposito un autocarro. Il mezzo, con cassone scoperto, trasportava numerose bobine di cavo di rame dello stesso tipo utilizzato nelle lavorazioni in ambito ferroviario. La polizia ha potuto accertare, tramite le etichette, che si trattava di rame di proprietà di Rfi.

"Il fenomeno dei furti di rame sta diventando sempre più frequente, i furti provocano gravi danni, non solo economici -ha detto Marco Napoli, vicequestore aggiunto- ha aggiunto Napoli. Sono in corso ulteriori indagini per accertare ulteriori violazioni di legge".
 
 

[17-03-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE