Giornale di informazione di Roma - Martedi 21 ottobre 2014
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Sanita' Roma
 
» Prima Pagina » Sanita' Roma
 
 

Dentista all'Agenzia dei Trapianti, ancora polemica

dopo la sospensiva delle nomine direttori dei Centri trapianti mandano una lettera alla Polverini

Continuano le polemiche sulla nomina di un dentista a presidente dell'Agenzia dei Trapianti. Gaetano Marcello, 55 anni, medico di base della Asl Roma D e dentista di Guidonia, è stato "designato" all'Agenzia dei trapianti della Regione Lazio. Vicepresidenti sono stati disegnati Pietro Alimonti, un medico internista dell'ospedale Fatebenefratelli e Aldo D'Avach, sindacalista. Il decreto che lo ha stabilito è il numero 92, firmato dal presidente del Consiglio Regionale del Lazio, Mario Abbruzzese. Dopo che il Corriere della Sera ne ha dato notizia, il Tar del Lazio ha subito accolto la richiesta di sospensiva delle nomine, ma ormai è bufera nella sanità romana e, soprattutto, fra i sei direttori dei Centri trapianti del Lazio.

"Noi riteniamo che non sia stato un errore -dice il Prof. Pasquale Berloco, - Ecco perché il mondo trapiantologico ha alzato gli scudi in difesa della quotidiana attività che svolgiamo".

Gli esperti che, tutti, avevano partecipato nel 2008 al bando di concorso per la presidenza dell'Agenzia ed erano stati scartati, hanno deciso di inviare una lettera alla governatrice del Lazio, Renata Polverini e anche al ministro della Salute, Renato Balduzzi. "In questa lettera mettiamo in evidenza come l'esperto, il chirurgo trapiantatore -continua Berloco- debba avere un ruolo di collaborazione con la politica".

Il professor Berloco è anche presidente della Società Italiana dei Trapianti; ha fatto parte, nel '73, dell'équipe che ha eseguito il primo trapianto di reni in Italia e vanta, nel suo centro all'Umberto I, una media di ben 150 trapianti l'anno.

[14-03-2012]

 
Lascia il tuo commento