Giornale di informazione di Roma - Venerdi 30 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Teatro Roma
 
» Prima Pagina » Cultura Roma » Teatro Roma
 
 

Li romani in Russia, con Simone Cristicchi

al Teatro della Cometa il racconto della guerra in dialetto romanesco

Simone Cristicchi, da cantante ad attore. L'artista romano salirà sul palco del Teatro della Cometa, dal 13 marzo al 1 aprile, con la messa in scena, tratta dall’omonimo poema in versi di Elia Marcelli, de "Li Romani in Russia". Una rappresentazione teatrale che racconta l’orrore della guerra attraverso la voce di chi l'ha vissuta in prima persona, come in un ideale incontro tra il mondo delle borgate di Pasolini e le opere di Rigoni Stern e Bedeschi. Un teatro che si presenta nuovo per la forma del testo mediante la metrica dell'ottava classica (quella dei grandi poeti epici) ed il dialetto romanesco.

"Per l'esercito italiano -ha raccontato Simone Cristicchi- la ritirata di Russia è l'episodio più drammatico della Seconda guerra mondiale. Ma non avrei mai considerato il testo se non ci fosse stata anche un'anima più grottesca, ironica e che sdrammatiza l'avvenimento. Tra l'altro mio nonno ha vissuto la campagna di Russia, ma non ha mai voluto raccontarmi nulla, come se non volesse ricordare l'orribile esperienza".

Lo spettacolo è scritto da Elia Marcelli, adattamento di Marcello Teodonio, per la regia di Alessandro Benvenuti. La storia narra le disavventure di Giggi, Mimmo, Peppe, Nino, Nicola e Remo, un gruppo di giovanissimi soldati della Divisione Torino, spediti a morire da Mussolini nella famigerata campagna di Russia (1941-1943), è questo l’episodio più drammatico vissuto dall’esercito italiano nella seconda guerra mondiale. Un esercito di straccioni e sbandati a cui rimangono solo fame, freddo, paura e il sapore di una disfatta: partono 220.000 ragazzi; sulla strada del ritorno dalla Russia ne resteranno circa 90.000.

Li romani in Russia
Racconto di una guerra a millanta mila miglia
di Elia Marcelli
adattamento di Marcello Teodonio
con Simone Cristicchi
regia Alessandro Benvenuti
spettacolo ore 21:00

[12-03-2012]

 
Lascia il tuo commento