Giornale di informazione di Roma - Giovedi 29 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Recuperati dipinti tra il XIII e XIX secolo

denunciata per ricettazione una 50enne romana

Un vero e proprio patrimonio artistico, ben trentasette dipinti di epoca compresa tra il XIII e il XIX secolo, per un valore complessivo di 7,5 milioni di euro. Sono le opere recuperate dai Carabinieri del Reparto Operativo Tutela Patrimonio culturale di Roma e sequestrate a "ladri d'arte".

I dipinti sono stati rubati ad un privato, a Roma, nel lontano 1971, e sono stati rintracciati grazie alla verifica, da parte dei carabinieri, della veridicità di alcune opere d'arte riprodotte nel catalogo di una case d'aste che le avrebbe "battute" a febbraio. Successivamente a questa verifica è stata rintracciata una donna di 50 anni, romana, che aveva proposto la vendita all'asta, e che ora è stata denunciata a piede libero per ricettazione. Cinque dei quadri originariamente rubati - il bottino del furto era di 42 dipinti - non sono stati ritrovati.

"Raramente si recupera una tale quantità di opere così artisticamente importanti- ha detto la dottoressa Rossella Vodret, Soprintendente Speciale per il Patrimonio Storico Artistico Etnoantropologico e per il Polo Museale della città di Roma- la mia prima impressione è che una buona metà di questi dipinti siano capolavori assolutamente da studiare, per quanto gli artisti autori di ogni opera siano da verificare; tra questi Paolo Caliari, Nicolas Poussin e Pietro Paolo Rubens. Spiccano per rilevanza una tempera su tavola di Taddeo Gaddi, raffigurante la Crocifissione, un 'San Giovanni Evangelista' di Lucas Van Leyden e un olio su tela di Guido Reni raffigurante Giuditta e Oloferne".

[08-03-2012]

 
Lascia il tuo commento