Giornale di informazione di Roma - Martedi 27 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Rugby
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Rugby
 
 

6 Nazioni: Ecco il XV per il Galles

Brunel cambia sette elementi ma a Cardiff sarà durissima

C’è chi è ancora in infermeria, c’è chi torna da un infortunio, c’è chi rimarrà a guardare perché a questo punto la vera sfida è contro la Scozia, il 17 marzo, tra le mura dello stadio Olimpico. Ecco cosa deve aver pensato Jacques Brunel nel fare la formazione che sabato andrà a far visita a un Galles superfavorito. Rispetto al XV sconfitto dall’Irlanda a Dublino, il tecnico francese fa una piccola rivoluzione: sono sette i cambi. In prima linea Lo Cicero si riprende la maglia da titolare: insieme a lui ci saranno Ghiraldini e Cittadini. Dietro di loro agiranno Geldenhuys e Van Zyl, titolare con la Francia all’esordio. Insieme a Parisse e a Zanni in terza linea Brunel mette Favaro e non Barbieri che si prende un turno di riposo. Alla mediana anche Gori rifiata. Il giovane mediano di mischia lunedì aveva preso una botta al ginocchio: non andrà neanche in panchina. Al suo posto dall’inizio parte Semenzato che farà coppia con Burton. Nei tre quarti c’è il lieto ritorno di Mirco Bergamasco che si riprende la sua maglia numero 11 e – si spera – andrà a risolvere anche il problema del calciatore. Anche se, sull’uomo che dovrà piazzare, Brunel prova a nascondere le carte: “Decideremo venerdì dopo il Captain's run al Millennium Stadium, di certo uno tra Bergamasco e Kristopher Burton: entrambi hanno lavorato molto in settimana.” Il resto è confermato: Masi estremo, Canale e Sgarbi centri, McLean di nuovo ala ‘tattica’.

Fuori per infortunio il capitano Warburton e assente anche Owen, il ct dei dragoni sceglie Tipuric e Rees per rimpiazzarli. Ma a parte gli uomini, è lo spirito col quale il Galles ci aspetterà a dover preoccupare: Warren Gatland infatti sta preparando una battaglia tra le mura del Millennium Stadium di Cardiff. “I giocatori saranno implacabili” dice il tecnico dei gallesi: “Gli azzurri auspicano di trovarci compiaciuti e con un occhio alla gara con la Francia, ma non sarà così. Solo una vittoria sabato sarà un risultato accettabile per la squadra e l’intera nazione”. Dunque niente sconti e niente calcoli, in campo va probabilmente il miglior XV possibile, per un Galles pronto ad archiviare il più in fretta possibile la pratica Italia e dare l’assalto al Grande Slam. Meglio essere preparati al peggio: sabato a Cardiff sarà molto molto dura.

Galles
15 Leigh Halfpenny, 14 Alex Cuthbert, 13 Jonathan Davies, 12 Jamie Roberts, 11 George North, 10 Rhys Priestland, 9 Mike Phillips, 8 Toby Faletau, 7 Justin Tipuric, 6 Dan Lydiate, 5 Ian Evans, 4 Alun Wyn Jones, Adam Jones, 2 Matthew Rees, 1 Gethin Jenkins
A disposizione: 16 Ken Owens, 17 Paul James, 18 Luke Charteris, 19 Ryan Jones, 20 Lloyd Williams, 21 James Hook, 22 Scott Williams

Italia
15 Andrea Masi, 14 Luke McLean, 13 Gonzalo Canale, 12 Alberto Sgarbi, 11 Mirco Bergamasco, 10 Kris Burton, 9 Fabio Semenzato, 8 Sergio Parisse, 7 Simone Favaro, 6 Alessandro Zanni, 5 Cornelius Van Zyl, 4 Quintin Geldenhuys, 3 Lorenzo Cittadini, 2 Leonardo Ghiraldini, 1 Andrea Lo Cicero
A disposizione: 16 Tommaso D'Apice, 17 Fabio Staibano, 18 Marco Bortolami, 19 Robert Barbieri, 20 Tobias Botes, 21 Tommaso Benvenuti, 22 Giulio Toniolatti

Antonio Scafati

[07-03-2012]

 
Lascia il tuo commento