Giornale di informazione di Roma - Sabato 01 ottobre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Teatro Roma
 
» Prima Pagina » Cultura Roma » Teatro Roma
 
 

Animula vagula, blandula

al Teatro dell'Orologio fino al 18 marzo. Un monologo dedicato alla figura dell'imperatore Adriano

Dal 6 al 18 marzo al Teatro dell'Orologio sarà in scena, nella sala Orfeo, Animula vagula, blandula, interpretato da Roberto Santi e scritto e diretto da Flavio Marigliani. Un monologo tutto dedicato alla figura di Adriano, uno fra gli Imperatori più amati e discussi dell’epoca romana.

Partendo direttamente dalle fonti storiche greche e latine, il testo ricostruisce la vita dell’imperatore Adriano, senza dimenticare le suggestioni che la sua figura storica ha esercitato sul mondo moderno. La scelta registica è basata sull’idea di spogliazione: durante lo spettacolo, Adriano metterà letteralmente a nudo le scene e le sculture di Paolo Garau, accompagnando in questo modo il progressivo denudarsi dell’anima del protagonista, interpretato da Roberto Santi. Le musiche di Alessio Moneta accompagnano questo percorso di svelamento, non come semplice commento sonoro, ma imponendosi come un secondo personaggio che segue il protagonista nel suo percorso di vita.
Affrontare un personaggio già noto al grande pubblico, come quello di Adriano, ha imposto al regista e all’interprete l’obbligo di cercare una nuova chiave interpretativa. Si è preferito pertanto un allestimento moderno e profondamente simbolico, rispetto ad una messa in scena “filologica”, con la precisa volontà di avvicinare il pubblico di oggi ad un uomo vissuto quasi duemila anni fa, ma le cui idee hanno validità e importanza ancora nel secolo attuale.

Animula, vagula blandula interpretando l'imperatore Adriano.

ADRIANO IMPERATORE
Testo e Regia: Flavio Marigliani
con: Roberto Santi
Scenografia: Paolo Garau
Musiche: Alessio Moneta

Teatro dell’Orologio – Sala Orfeo
Via dei Filippini 17/a
Dal 6 al 18 marzo 2012 ore 21.00 – domenica ore 17.30
Biglietto 12 euro

[02-03-2012]

 
Lascia il tuo commento