Giornale di informazione di Roma - Domenica 21 dicembre 2014
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Sanita' Roma
 
» Prima Pagina » Sanita' Roma
 
 

San Giovanni, protesta contro tagli alla sanitÓ

medici travestiti da Polverini. "Dal 2005 tagliati oltre 7.000 posti letto"

Ancora una protesta contro i tagli alla sanità. E' successo di fronte all'ospedale San Giovanni dove medici, infermieri e aderenti all'Unione sindacale di base hanno vestito i panni della Presidente della Regione Lazio intenta a "tagliare" i fondi alla sanità pubblica. Le condizioni dei pronto soccorso, a causa della riduzione dei posti letto per il piano di rientro -denunciano i manifestanti- sono sempre più critiche. Con tempi di attesa sempre più lunghi e permanenze anche di giorni prima che un paziente venga ricoverato in un reparto.

La protesta è stata organizzata davanti al CUP dell’Ospedale San Giovanni "per il diritto alle cure e all'assistenza" dall'Usb (Unione Sindacale di Base) Pubblico Impiego. "Non ci si può sorprendere se i Pronto Soccorso di Roma sono in condizioni disastrate - ha spiegato Licia Pera dell'Usb Pubblico Impiego - dal 2005 ad oggi nel Lazio sono stati tagliati oltre 7mila posti letto, chiusi 26 ospedali e 11 Pronto Soccorso". "Nonostante la campagna mediatica della Presidente Polverini 'mi state a cuore', - ha continuato Pera - tagli e dismissioni di reparti e posti letto, continuano anche con l'attuale Giunta regionale, mentre stentano a partire i servizi territoriali che avrebbero dovuto garantire un'adeguata risposta. E non va dimenticato che una delle voci di risparmio più importanti nel Lazo riguarda la spesa per il personale pari a 91 milioni, di cui 62 per il blocco del turnover". Diversi i cittadini incuriositi dai volantini distribuiti dagli operatori in camice bianco con cartelli come 'Medico precario' e 'Infermiere precario'.

[29-02-2012]

 
Lascia il tuo commento