Giornale di informazione di Roma - Sabato 01 ottobre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Evasione fiscale per 13 milioni

finanzieri scoprono un giro di evasione milionario

Intestavano beni mobili ed immobili delle proprie aziende ad un prestanome nullatenente, di fatto facendo risultare le attività senza fatturato. La “furbata” ha permesso a quattro persone di Fiumicino di evadere tasse su redditi ed Irap per 13 milioni di euro in totale. Gli evasori sono stati denunciati dal comando provinciale della guardia di finanza all’autorità’ giudiziaria di Civitavecchia. I reati contestati sono quelli di bancarotta fraudolenta patrimoniale e documentale, omessa presentazione della dichiarazione dei redditi, dell’Iva e dell’Irap (l’imposta regionale sulle attività produttive). Ad insospettire i finanzieri del secondo gruppo di Roma sono stati alcuni movimenti irregolari di denaro e documenti: durante l’intero periodo di operativita’ le due aziende, non avevano presentato al fisco i libri contabili, obbligatori per legge eccetto per i piccoli imprenditori. Ma non solo. L’analisi approfondita sui conti correnti delle imprese in questione ha messo in evidenza strane compravendite.

I denunciati, secondo la ricostruzione delle fiamme gialle, vendevano a prezzo notevolmente minorato rami di azienda ad un soggetto giuridico riconducibile agli stessi artefici del piano. Il pubblico ministero inquirente Lorenzo Del Giudice ha richisto al tribunale la confisca di beni e quote sociali pari a tre milioni di euro, oltre alla richista di fallimento per entrambe le  attività.

[20-02-2012]

 
Lascia il tuo commento