Giornale di informazione di Roma - Lunedi 26 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Sanita' Roma
 
» Prima Pagina » Sanita' Roma
 
 

Pronto soccorso romani, la Procura apre un'inchiesta

si indaga sulle condizioni in cui si lavora nei pronto soccorso di Roma

Dopo le segnalazioni di pazienti curati sui pavimenti del pronto soccorso dell’ospedale San Camillo, la Procura di Roma ha deciso di aprire un fascicolo d’inchiesta. Negli uffici di piazzale Clodio c'è l’intenzione di far luce su quelle carenze strutturali che negli ospedali romani si traducono in un’offerta sanitaria carente.

Nelle carte dei magistrati è finita anche un’informativa dei carabinieri dei Nas, che hanno compiuto ispezioni sia al policlinico di Tor Vergata, sia al San Camillo. Partendo da questi documenti e dalle numerose segnalazioni pervenute nei giorni scorsi, la procura ha deciso di  mettere sotto la lente d’ingrandimento tutti i pronto soccorso della capitale. Per ora non ci sono ipotesi di reato e neppure nessun nome sul registro degli indagati. Ma il caso è scoppiato lo stesso e ha raggiunto pure il ministero della sanità, da dove è partita una lettera firmata dal ministro Balduzzi e recapitata direttamente agli uffici della regione lazio, al quale il dicastero chiede una relazione dettagliata.

Intanto dal san Camillo Aldo Morrone, direttore generale dell’ospedale, ha già fatto sapere di essere pronto a collaborare con la Procura, per difendere una struttura a suo dire in tutto e per tutto professionale. Quello che dirige è l’ospedale dal quale è caduta la prima pietra di quella che potrebbe diventare una vera e propria frana.

Oltre all'emergenza di questi giorni, il Tribunale dei diritti del malato, in un'indagine su 27 pronto soccorso del Lazio ha scoperto che l'attesa per un ricovero varia da 24 ore a 4 giorni e in 6 strutture su 10 curarsi per uno straniero è molto difficile perché mancano i mediatori culturali. A Roma, ogni giorno, sono migliaia le persone che arrivano nei pronto soccorso romani. Tra i più attivi c'è il Policlinico Umberto I dove vengono accettate 376 persone al giorno, 263 al San Camillo, 219 al Pertini e 202 al Policlinico Gemelli. 176 al San Giovanni, 163 al Policlinico Casilino, 161 al Sant'Eugenio, 156 al Grassi, 155 a Tor Vergata, 145 al Sant'Andrea, 134 al Fatebenefratelli San Pietro.

 
 

[17-02-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE