Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 28 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Operazione della Finanza, scoperto giro di evasione per 240 milioni

fatture false ed evasione dell'Iva. 90 denunce per frode fiscale

Un giro d’affari a nove zeri e un’evasione fiscale milionaria: tutto grazie a società che emettevano fatture false. Telefonini cellulari ma anche altri strumenti elettronici venivano acquistati da ditte italiane che evadevano l’iva, e questo permetteva loro di rivenderla a basso costo. Un meccanismo complicato ma anche perfettamente oliato che tra il 2007 ed il 2011 ha creato un giro d'affari per un miliardo e duecento milioni di euro. Una frode all’erario quantificabile in 240 milioni. Per gli uomini delle fiamme gialle siamo di fronte non a una semplcie storia d’evasione, ma a vera e propria criminalità fiscale.

Centocinquanta le perquisizioni in tutta Italia, in ventidue province da nord a sud, novanta le denunce per frode fiscale e reati tributari. Ma è soprattutto nel territorio di Roma e di Napoli che gli uomini delle fiamme gialle si sono concentrati. Proprio nella capitale infatti operava una famiglia apparentemente di nullatenenti, in realtà promotrice del maxi giro d’affari.

La frode veniva attuata tramite l’emissione di fatture false emesse da una società romena, costituita appositamente dal sodalizio criminoso per il solo scopo di favorirel'evasione Iva. L’operazione è stata ribattezzata dagli investigatori con il nome “Transilvania romana”.
 
 

[15-02-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE
 
 
 
 
 
 
 
 
  • I video della notizia
  • "il blitz dei finanzieri"
 
 
  CORRELATE