Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Patto per la sicurezza

più poteri alla prefettura

Un accordo per il controllo del territorio e la prevenzione della criminalità. Il patto per la legalità che verrà firmato oggi prevede diverse novità in materia di sicurezza e, oltre a Roma, interesserà anche Torino e Milano.

Per quello che riguarda la capitale le novità sono diverse e sono rivolte in particolare ad affrontare l’annosa questione della presenza dei rom. Tra 24 ore al prefetto verranno accordati poteri speciali per indicare delle zone dove spostare i nomadi la cui vigilanza verrà assegnata a un reparto speciale del viminale composto da 100 uomini. Le nuove aree potrebbero essere individuate anche nell’hinterland, proposta già avanzata in passato ma mai messa in atto.

In base al patto che verrà sottoscritto dal ministro dell’interno Giuliano Amato e il sindaco Walter Veltroni, poliziotti e carabinieri di quartiere avranno nuovi obiettivi e verranno inseriti in un pacchetto sicurezza più complesso rispetto a quello già attivato nel 2003 in 103 capoluoghi e che ha portato a una importante riduzione di atti criminali.

Tra le novità anche l’uitlizzo, in base alle necessità, della forza di intervento rapido. La sperimentata sul campo con successo a napoli, potrebbe essere presto incrementata da altri 400 elementi. L’obiettivo è quello di avere maggiori forze in strada per favorire i controlli. Ronde continue dovranno sorvegliare le aree dove si concentrano prostituzione e accattonaggio. Procedure più snelle sono state approvate anche nei casi di sgombero e demolizione in aree occupate abusivamente.

Per il patto, a Roma sono stati già stanziati 14 milioni di euro grazie a fondi speciali messi a disposizione dal comune. Il governo invece affronterà le spese per le forze dell’ordine che verranno impiegate.

 
 

[17-05-2007]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE