Giornale di informazione di Roma - Martedi 27 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Lazio
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Lazio
 
 

Lazio, Reja chiede pių rispetto

Anticipo al giovedė per i biancocelesti reduci dal ko di Genova

"Sento parlare spesso di qualche società che chiede rispetto, ma noi da questo punto di vista non ne abbiamo un granchè". Così Edy Reja, tecnico della Lazio, alla vigilia della sfida di campionato contro il Cesena. I biancocelesti sono reduci dal ko sul campo del Genoa dopo una partita giocata in difficili condizioni climatiche a causa del terreno di gioco ghiacciato del Marassi. "La mia situazione attuale non è chiaramente delle migliori", sottolinea Reja. "Abbiamo affrontato il Genoa che non aveva giocato tre giorni prima come invece avevamo fatto noi, adesso c'è la stessa situazione col Cesena. Sembra tutto contro la Lazio, ma proviamo ad andare oltre queste disavvenrture. La partita di domenica non era da giocare, sembrava pattinaggio. E non perchè abbiamo perso, il risultato ci può stare. Ma non era una partita regolare, al di là degli infortuni in campo non si stava in piedi. Comunque ormai è passato, abbiamo perso la gara e siamo tornati a casa con altri tre giocatori infortunati. Speriamo di avere toccato il fondo e ora di risalire, auguriamoci che sia finita". Oggi la squadra si sposterà nuovamente ad Ostia per allenarsi. La Lazio spera che la partita contro i romagnoli venga anticipata alle 15: "Stanno parlando col prefetto e dovrebbero decidere nel giro di mezz'ora. Si cercherà di anticipare se c'è la possibilità", spiega Reja.

"Questo è il calendario -prosegue il tecnico biancoceleste- non ci posso fare niente. Ci sarebbero da fare diverse considerazioni, penso che una serie A a 18 squadre sarebbe l'ideale perchè si giocherebbero quattro partite in meno e non ci sarebbe bisogno dei turni infrasettimanali se non per le squadre impegnate in Europa". "Così -sottolinea- mi sembra ci sia un carico di lavoro un pò pesante per i giocatori. Noi siamo penalizzati anche dagli infortuni. Sono costretto a fare giocare sempre gli stessi, il rendimento non può essere dei migliori e lo spettacolo viene meno. Siamo stanchi e siamo pochi, ma diamo tutto fino all'ultima goccia di sudore. Questo incarna quello che deve essere la Lazio. Col sostegno dei tifosi, il nostro impegno aumenterà ancora". Reja fa poi il punto della situazione sugli infortunati: "Radu non ci sarà, Hernanes è in forte dubbio come anche Stankevicius. Oggi non so ancora chi gioca, nè in difesa nè in attacco. Auguriamoci che oggi arrivino buone notizie almeno da Hernanes". Poi sulla situazione di Stefano Mauri, coinvolto nell'inchiesta della procura di Cremona sul calcioscommesse: "Lui è sereno e tranquillo. Oggi o domani dovrebbe aggregarsi col gruppo. Deve ritrovare il ritmo partita".

 
TAG: Serie A - Lazio - Reja
 

[08-02-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE