Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 28 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Neve a Roma. Scontro Alemanno vs Gabrielli

Gabrielli aveva avvertito il sindaco dicendogli che tra venerdý e sabato la situazione sarebbe precipitata

Mentre a Roma si spalava la neve, i cittadini erano alle prese con un traffico impazzito ed i mezzi pubblici su gomma erano solo un miraggio, il sindaco Gianni Alemanno chiamava il capo della Protezione Civile, Franco Gabrielli. Tra i due ci sono state svariate telefonate anche verso la mezzanotte di venerdì.

Il racconto di Gabrielli - "Alemanno mi ha telefonato due volte: alle otto della sera cercava una lama spazzaneve (ndr domanda inutile visto che il Dipartimento non ha mezzi propri), e a mezzanotte cercava il sale (ormai nevicava da diverse ore, il sale era inutile). Lo abbiamo avvisato in ogni modo -racconta Franco Gabrielli- io stesso giovedì, per spiegargli chiaramente la situazione, gli ho detto: "Tra venerdì e sabato a Roma succederà un bordello". Ora Alemanno parla di dati sbagliati. Ma se non li sa decifrare allora la preoccupazione è: ma nelle mani di chi si affida il sindaco?".

La polemica monta la mattina di sabato quando il sindaco Alemanno chiede una commissione d'inchiesta attaccando le previsioni meteo a suo dire inadeguate, previsioni che non avrebbero messo il Campidoglio nelle condizioni di affrontare un'emergenza importante. L'accusa, per niente velata, è alla Protezione civile. E la risposta del prefetto Gabrielli non si fa attendere: "Il sindaco Alemanno aveva pienamente compreso le previsioni meteo per la Capitale", e gli ricorda che ci sono le registrazioni del Comitato operativo della Protezione Civile del 2 febbraio al quale ha partecipato lo stesso sindaco". E rilancia: "Emergono dubbi sulla adeguatezza del sistema antineve della Capitale". A questo punto Alemanno perde le staffe e, armato di quelli che chiama "pezzi di carta" attacca: "È vero quello che dice Gabrielli, conoscevo bene le previsioni meteo. Forse è lui che non le conosceva". E fa sapere che i dati diramati dalla Protezione civile parlavano di di 35 millimetri di neve per la giornata di ieri, il venerdì bianco di Roma. Per poi arrivare, a voce, a correggere le previsioni fino ad un massimo di 5-15 centimetri". Una battaglia di millimetri e centimetri, insomma. Perchè fa sapere la protezione civile "35 millimetri, se riferiti alla neve diventano centimetri". E il responsabile di meteo.it Antonio Sanò, che aveva previsto inequivocabilmente "bufere di neve sul Colosseo" spiega: «i dati della Protezione civile erano giusti ma fuorvianti, qualcuno doveva spiegarli al Campidoglio".

Alfano si schiera con Alemanno - "Il Pdl presenterà un atto parlamentare -ha detto il segretario del Pdl Angelino Alfano- per verificare comportamenti e responsabilità della Protezione Civile nella gestione dell'emergenza maltempo, soprattutto nella città di Roma".

Franco Gabrielli - Il curriculum di Gabrielli parla da solo. Laureato in giurisprudenza, una lunga gavetta al reparto mobile di Genova. E' stato direttore del Sisde e prefetto dell'Aquila. Capo della Digos e direttore del Servizio Centrale Antiterrorismo della Direzione Centrale Polizia di Prevenzione. Dal 13 novembre del 2010 è capo della Protezione Civile.
 
 

[05-02-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE
 
 
 
 
 
 
 
 
  • I video della notizia
  • "Scontro in tv Grabrielli - Alemanno"
 
 
  CORRELATE