Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 28 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cinema
 
» Prima Pagina » Cinema
 
 

Millennium - Uomini che odiano le donne

di David Fincher. Con Daniel Craig, Rooney Mara

di Svevo Moltrasio

Il giornalista Mikael Blomkvist e l'hacker Lisbeth Salander indagano sulla scomparsa di una ragazza avvenuta decenni prima. Si ritroveranno a fare i conti con gli intrighi di una delle famiglie più potenti della Svezia e gli scheletri nell’armadio non mancheranno.

L’approdo ad Hollywood della trilogia dello scrittore svedese Stieg Larsson è a cura di Steven Zaillian alla sceneggiatura e David Fincher alla regia. A pochi anni dai film che hanno lanciato l’attrice Noomi Rapace, anche negli States provano a cavalcare il successo dei libri coinvolgendo ovviamente un cast più adatto al proprio mercato: qui i protagonisti sono Daniel Craig e la giovane Rooney Mara. La critica ha apprezzato e il pubblico non è mancato.  

La sceneggiatura in realtà non si segnala per sostanziali varianti rispetto al film svedese e anzi perde qualcosa nella caratterizzazione dei personaggi che un po' si appiattisce. Il racconto invece è attento a rendere con chiarezza le tante svolte narrative del romanzo. Fincher trova pane per i suoi denti, giocando come al suo solito sull’atmosfera, con ambienti esterni freddi e inospitali e interni giocati sul chiaroscuro labirintico. Inevitabilmente, sebbene sia un valore relativo, l’effetto sorpresa è sempre meno forte e la lunga indagine al centro del film appassiona senza però forti scosse.

Chi imputava al film svedese una piatta regia televisiva che sminuiva la qualità del racconto finisce per esser smentito: l’impeccabile messa in scena hollywoodiana non migliora di troppo lo spettacolo. Fincher tra l’altro non calca la mano e i colpi ad effetto si limitano ai titoli di testa avulsi dal contesto. Gli interpreti risultano tutti in parte.
 



votanti: 7
Secondo te quanti euro merita??
 
 
TAG: - fincher - larsson - mara - craig
 

[02-02-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE