Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 28 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Rapina in via Vittoria, bottino da 600 mila euro

tre banditi armati in fuga con soldi e preziosi. "Rapina ben pianificata"

Una rapina in pieno giorno in una gioielleria di via Vittoria, una traversa di via del Corso, in pieno centro. Due malviventi, ben vestiti e con delle buste di famose marche d'abbigliamento, fingendosi facoltosi clienti sono entrati nel negozio Roberto Coin intorno alle 12 di mercoledì. Poi i due hanno tirato fuori le pistole e si sono fatti consegnare denaro e gioielli di valore. Poi sono fuggiti a bordo di un'utilitaria bianca guidata da un terzo complice che li aspettava fuori. Il bottino ammonterebbe a circa 600 mila euro.

Rapina pianificata - "Conoscevano tutto del negozio. Era una rapina ben pianificata". Ne é convinta la titolare della gioielleria di via Vittoria. "Loro due non li ho mai visti ma magari qualche complice è venuto nei giorni scorsi - ha aggiunto - noi eravamo in due. Ci hanno ammanettato e lasciato dietro al banco. Poi ho dovuto aprire la cassaforte. Urlavano: 'state calme e non vi succederà nulla', puntandomi la pistola all'altezza del petto. Prima di andar via hanno portato via il filmato delle telecamere. La rapina è durata circa 10 minuti". "Erano due bei ragazzi stranieri, penso dell'Est Europa -racconta il titolare della gioielleria- Sono entrati fingendosi clienti. Parlavano bene l'inglese, ma tra di loro comunicavano in un'altra lingua, sono entrati a volto scoperto, mentre un terzo era all'esterno".

Filmati telecamere - La polizia scientifica sta ora esaminando le possibili tracce lasciate dai banditi. In particolare, l'attenzione si sta concentrando su alcune impronte digitali lasciate sulla vetrata all'ingresso della gioielleria. Ma ad incastrare i tre rapinatori potrebbero essere le immagini registrate dalle telecamere dei negozi della strada. Molti esercizi commerciali, tra cui quello rapinato, hanno infatti all'esterno telecamere di videosorveglianza. Le immagini potrebbero rivelare indizi utili per arrivare all'identità dei tre. Non si esclude, però, che i rapinatori abbiano portato via parte dell'impianto di registrazione che conteneva i filmati.
 
 

[01-02-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE