Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 28 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politica Roma
 
» Prima Pagina » Politica Roma
 
 

Alemanno e il congiuntivo sbagliato

Nell'incontro con gli studenti del Giulio Cesare il sindaco sbaglia un congiuntivo. Uno studente si alza e se ne va

Sarà stata la stanchezza per i molti impegni quotidiani oppure un semplice lapsus, eppure il sindaco Alemanno è imprevedibilmente "scivolato" su un congiuntivo. E' successo durante il suo discorso nell'incontro con gli studenti del liceo Giulio Cesare. In Aula Magna, durante il suo intervento sulla condanna delle leggi razziali e "sull'ignominia del razzismo", il sindaco ha detto: "Spero vi servi", anziché la forma corretta "vi serva". Improvvisamente uno studente del liceo si è alzato e si è allontanato dall'aula.

Alla fine dell'intervento il sindaco ha voluto incontrare il ragazzo pensando che si fosse allontanato stizzito per una "divergenza ideologica". I due invece si sono chiariti e a conclusione dell'incontro è stato lo stesso Alemanno ad ammettere ai cronisti: "durante il mio intervento ho sbagliato un congiuntivo..." ecco perché il ragazzo è uscito dalla sala stizzito. Insomma il sindaco, colto improvvionfuso: "spero vi servi" con la corretta versione del verbo: "spero vi serva". Tutto è finito in una risata: "lui è uno studente del classico", ha detto Alemanno facendo notare che "quelli del classico ci tengono a certe cose. Le risate finali non hanno però smorzato la "figuraccia grammaticale" del sindaco.
 
 

[01-02-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE