Giornale di informazione di Roma - Giovedi 29 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Guasto nella metro B, disagi per i viaggiatori

chiusura della tratta Castro Pretorio - Monti Tiburtini fino a mercoledý

E' stata una giornata nera per i viaggiatori della metro B. Ancora uno stop, questa volta a causa della rottura di una tubatura dell'acqua sotto piazza Bologna. Un problema improvviso che ha allagato i binari. La linea B è rimasta quindi paralizzata per quasti tutto il pomeriggio con ovvi disagi anche per il trasporto su gomma.

A causare il blocco sarebbe stata quindi una grande tubatura idrica sotto piazza Bologna che, per motivi ancora sconosciuti, avrebbe incominciato a perdere acqua che poi si è riversata nei tunnel della metro. Porte chiuse per più di dieci stazioni metro: da San Paolo a Monti Tiburtini. Un bilancio poi migliorato visto che si è riusciti a 'restringere' la tratta chiusa, arrivando a sei stazioni: da Castro Pretorio a Monti Tiburtini.

Chiusura fermate fino a mercoledì - Fermate che resteranno chiuse anche per tutta la giornata di domani visto la gravità dei danni causati dall'allagamento. La riapertura è prevista per mercoledì.

La reazione dei viaggiatori - "Non è possibile, non è passato neanche un mese che ci risiamo: un'altra volta bloccati. E poi vogliono anche aumentare il biglietto... ma per favore!Ora basta!". Tra romani, studenti, lavoratori e turisti serpeggia un mix tra rabbia e incredulità." Ad aspettare tutti quelli che oggi volevano prendere la metro B sono stati, in molte stazioni, solo dei cancelli chiusi. A difendere i passeggeri l'associazione dei consumatori Cittadinanza Attiva che non ha fatto sconti: "L'ennesima interruzione è vergognosa - ha detto il segretario regionale Giuseppe Scaramuzza - Intanto si annuncia l'aumento del biglietto Atac ad 1,50 euro. È inaccettabile finchè la qualità del servizio è questa".
 
 

[30-01-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE