Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Degrado a Trastevere

domani vertice in prfettura

Quella di Trastevere è ormai una vera e propria emergenza. A dirlo non sono soltanto residenti, commercianti e artigiani della zona. Stavolta la situazione verrà affrontata anche dalle istituzioni. Domani il comitato per l’ordine e la sicurezza presieduto dal prefetto Achille Serra farà il punto della situazione. Allo stesso tavolo siederà anche il vicecapo di gabinetto del comune luca odevaine.

Il rione è ormai preda del degrado. A dirlo con forza sono le diverese associazioni di quartiere che via via nel tempo si sono costituite per segnalare i problemi della zona. L’ultimo, in ordine di tempo, è il comitato vivere trastevere che si è preso la briga di raccogliere 700 firme - “ma presto arrivereme a 2000” - promettono gli organizzatori, per chiedere poteri speciali al sindaco al fine di tutelare il centro storico.

In effetti piazza trilussa e dintorni vengono letterlamente presi d’assalto, in particolare nelfinesettimana, da giovani romani e turisti che sulle caratteristiche stradine della zona scelgono di trscorrere le loro serate. Ad attirare la movida notturna i tantissimi locali, tra ristoranti e pub, che sorgono sempre più numerosi vista la nutrita presenza di pubblico. Soltanto in vicolo dei cinque, i resdiento ne hanno contati 24 in soli 200 metri. E molti, sempre stando alle denunce di chi abita da quelle parti, non rispettano gli orari di chiusura che imporrebbero di abbassare le saracinesche alle due.

E poi ci sono gli ambulanti abusivi. Cinte, borse e portafogli con il marchio contraffatto venduti in bancarelle improvvisate che occupano il suolo stradale fino a impedire il passaggio dei minibus. Difficili i controlli anche per le forze dell’ordine. Vigili urbani polizia e carabinieri presidiano alcuni posti fissi, ma spesso alle loro spalle succede di tutto. In occasione del comitato per la sicurezza di domani il presidente del primo municipio giuseppe loberfaro ha già annunciato che chiederà al prefetto un’ordinanza contro la vendita di bottiglie da maggio a ottobre come già accade a torino. Un provvedimento che dovrebbero aiutare a riportare un po’ d’ordine in uno dei rioni più caratteristici del centro storico

[15-05-2007]

 
Lascia il tuo commento