Giornale di informazione di Roma - Martedi 27 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Lavoratori Sigma Tau in protesta

529 lavoratori in cassa integrazione

Continua la protesta di centinaia di lavoratori dell'azienda farmaceutica Sigma - Tau, con sede a Pomezia. Da giorni i dipendenti sono accampati davanti al cancello di uno degli ultimi colossi farmaceutici made in Italy. I 569 lavoratori, ora in cassa integrazione, lo scorso 18 gennaio ricevono dalla Sigma-Tau un telegramma che annuncia l’inizio di un incubo. Nella missiva l’azienda, una delle più importanti tra i gruppi farmaceutici italiani con 2441 dipendenti ed un fatturato annuo di 613 milioni di euro, dichiara lo stato di crisi nelle sedi italiani spedendo in cassa integrazione 569 lavoratori tra operai, impiegati, informatori scientifici e ricercatori. La mossa dell’azienda blocca l’attività nello stabilimento lungo la via Pontina nello stabilimento di Pomezia. “Le lettere sono state recapitate senza alcun criterio”, denunciano i sindacati.

La Sigma Tau, fondata nel 1957, è stata per anni un faro nel campo della ricerca ed un enorme risorsa occupazione per il territorio romano. Secondo gli azionisti la crisi economica avrebbe determinato un abbattimento del fatturato. Secondo i sindacati invece le politiche dirigenziali hanno portato in crisi l’azienda.

La vertenza dei lavoratori è arrivata lunedì scorso nell’ufficio del Prefetto Pecoraro e solo il 30 gennaio è previsto un incontro tra l’azienda ed i delegati sindacali nella speranza di riaprire la trattativa.

[27-01-2012]

 
Lascia il tuo commento