Giornale di informazione di Roma - Martedi 27 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Gioco d'azzardo, aumentano i giovani che ne sono dipendenti

la Provincia di Roma avvia campagna informativa nelle scuole. Piazza Re di Roma e Appio Tuscolano i quartieri pi a rischio

Aumentano i giovani che diventano dipendenti dal gioco d’azzardo. Secondo i dati della Guardia di finanza c'è un aumento del 13% tra i minorenni incalliti del gioco. Per evitare che questi dati diventino sempre più allarmanti la Provincia di Roma ha avviato una campagna informativa di prevenzione sulla ludopatia dal titolo "non farti prendere dal gioco d'azzardo". L'iniziativa organizzata in collaborazione con l'associazione "D'Arte", si concluderà alla fine di marzo e porterà nelle scuole esperti, professori, aziende del settore e associazioni per un totale di 60 ore di lezione sul sovra indebitamento da gioco, sulla pubblicità ingannevole e sul rischio di cadere nella morsa dell'usura.

Roma capitale del gioco d'azzardo - Con 50.000 macchinette e 294 sale gioco Roma è infatti la capitale delle slot machine e l'Italia con 800.000 cittadini dipendenti e 2 milioni a rischio è il primo Paese in Europa e terzo nel mondo per fatturato annuale nell'industria del gioco (76 miliardi di euro pari al 4% del pil). Secondo il Presidente della Provincia di Roma Nicola Zingaretti "per affrontare questo nuovo problema bisogna ammettere che esiste e farci i conti senza paura, facendolo diventare un obiettivo e compito delle istituzioni. Si tratta di portare avanti tra i giovani una battaglia di valori sull'importanza del denaro, sull'etica del lavoro e dell'impegno, e contro il guadagno facile. Bisogna puntare sull'offrire un'alternativa nelle città alla solitudine del gioco d'azzardo contando alla prevenzione e alla sensibilizzazione specialmente dei giovani".

L'assessore personale alla Tutela dei consumatori Serena Visintin ha poi ricordato altri dati forniti recentemente da Libera: "il Lazio è al terzo posto in Italia per fatturato legale dei giochi con 16 miliardi nell'ultimo anno, dietro a Lombardia e Campania. Ogni cittadino italiano spende in media 1.260 euro procapite l'anno per giochi e la zona di Roma in cui è più presente il fenomeno è l'Appio-Tuscolano, in particolare piazza Re di Roma". Per quanto riguarda il gioco illegale, secondo l'allarme lanciato dalla Dda di Roma il fatturato si aggira intorno ai 10 miliardi di euro e, aggiunge Visintin, «sarebbero coinvolti 41 clan malavitosi. La Guardia di Finanza nell'ultimo anno ha rilevato 8.000 irregolarità e un aumento dei baby scommettitori sotto i 18 anni del 13%».
 
 

[26-01-2012]

 
Lascia il tuo commento