Giornale di informazione di Roma - Sabato 01 ottobre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Omicidio in zona Pisana, ucciso a colpi di pistola uomo di 64 anni

Il racconto di un testimone: "Il killer gli ha chiesto i soldi e poi ha sparato"

Ancora un agguato in pieno giorno, un omicidio in strada nella zona tra via della Pisana e via Aurelia Antica. Un uomo è stato ucciso a colpi di pistola mentre rientrava a casa in via Fontanile Arenato 310, davanti all'ingresso di un garage condominiale. E' successo verso le 14 di martedì. La vittima, che lavorava in un'agenzia che si occupava di acquisto e vendita di immobili, è Antonio Maria Rinaldi, di 64 anni ed originario di Salerno. L'uomo era a bordo di una Smart quando è stato raggiunto da due colpi di pistola sparati da un unico sicario.

Il racconto di un testimone - "Gli ha chiesto dei soldi e poi ha sparato". E' quello che avrebbe raccontato agli investigatori un amico di Antonio Maria Rinaldi. L'uomo, che era in compagnia della vittima quando è stato ucciso, avrebbe aggiunto che il killer è entrato a piedi nel garage a volto coperto. Rinaldi è stato colpito mentre usciva dall'auto. Sulla vicenda indagano la squadra mobile e il commissariato Monteverde. Tra le ipotesi al vaglio degli investigatori c'è il movente della rapina, ma non si esclude l'agguato per un regolamento di conti.

Emergenza criminalità - "Purtroppo Roma sta vivendo, come mai prima d'ora, una emergenza criminalità. Il sindaco Alemanno non è, come sosteniamo da troppo tempo, capace di farvi in alcun modo fronte -afferma in una nota congiunta il Pd capitolino e della Provincia- Per questo il Partito Democratico auspica che, quanto prima, Alemanno convochi il consiglio straordinario che da tempo, e su nostra richiesta, aveva annunciato, così da poter ascoltare le nostre proposte, maturate anche grazie al rapporto con il territorio. Si tratta ora di lavorare tutti nell'interesse di Roma e dei suoi cittadini".

Alemanno - "La giornata di oggi ci mostra con chiarezza il significato e la portata dello scontro che si sta verificando nella nostra città. Da un lato magistratura e forze ordine mettono a segno un colpo formidabile contro la criminalità organizzata con l’arresto di 39 esponenti del clan dei Casamonica. Dall’altro lato al Portuense avviene un omicidio. E’ uno scontro che possiamo e dobbiamo vincere".
 
 

[24-01-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE