Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 28 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Rifiuti, protesta a Riano. Assemblea di cittadini a Corcolle

continuano le proteste dei cittadini contrari alle due nuove discariche

A pochi giorni dall’approvazione del piano rifiuti da parte del Consiglio regionale continuano le proteste dei cittadini e delle associazioni ambientaliste contro la decisione del Commissario per la chiusura di Malagrotta, Giuseppe Pecoraro, di allestire due discariche provvisorie a Riano e Corcolle. I comitati dei cittadini e Legambiente si sono riuniti vicino al sito di Corcolle, in località Villa Adriana, per ribadire il loro “no” alle scelta della discarica che sorgerebbe a poche centinaia di metri dalle abitazioni.

"Noi del Villaggio Adriano siamo a neanche 500 metri dal sito individuato. -spiega Vincenzo Visicchio del Comitato Villaggio Adriano- Abbiamo anche un comitato di quartiere a Capannelle, i cittadini di quella zona si trovano ad appena 200 metri dalla futura discarica. Non solo: nel sito ci sono moltissimi reperti archeologici che purtroppo la Polverini, Alemanno e Pecoraro ignorano".

I cittadini di Tivoli e delle località adiacenti denunciano ancora una volta la vicinanza del sito individuato per la discarica con l’area archeologica di Villa Adriana. "Siamo a due passi da Villa Adriana all'interno di un sito dove c'è una necropoli di epoca arcaica -ribadisce Gianni Innocenti di Legambiente Tivoli-. Addirittura siamo nell'ambito di quella che dovrebbe essere l'antica città di Pedum. Una città dalla quale Coreolano partì con le sue truppe per andare verso Roma".

A Riano invece la protesta nel fine settimana è arrivata in piazza con circa un migliaio di persone che hanno manifestato contro l’ipotesi discarica a Quadro Alto. Insieme agli abitanti del paesino in provincia di Roma sono scesi anche esponenti dell’opposizione in Consiglio Regionale e sindaci di comuni vicini a Riano.

"Non ci fermiamo con le proteste nonostane la Regione Lazio ha approvato un piano rifiuti inutile -racconta un cittadino-. Siamo scesi a protestare contro la discarica e ogni tipo di inceneritore".

"Chiediamo quello che chiede l'Europa. E' inutlie nel 2012 ancora costruire ancora discariche. L'Europa chiede un ciclo virtuoso dei rifiuti, la riduzione ed il recupero di materia".
 
 

[23-01-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE