Giornale di informazione di Roma - Domenica 25 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Cadavere nel Tevere: di Laura Baglioni

ritrovata la donna che aveva abbandonato il S.Eugenio

Il cadavere ritrovato nel Tevere, all'altezza di Ponte Marconi, è di Laura Baglioni. La conferma è arrivata dai familiari che, giunti sul posto, hanno riconosciuto il corpo della donna di 32 anni, con problemi psichici, che aveva abbandonato l'Ospedale S.Eugenio in cui era ricoverata.

In un mese di indagini la ragazza è stata cercata ovunque. Nei sotterranei, nelle corsie, sulle terrazze del Sant'Eugenio. Poi le ricerche si sono spostate sul greto del Tevere, a ponte Marconi, dove prima del ricovero in Psichiatria, Laura Baglioni aveva tentato il suicidio. Luogo in cui è stata avvvistata anche il giorno della scomparsa: Scomparsa da Sant'Eugenio, il padre: "Laura non si trova, è un mistero"
alle 13.34 del 12 dicembre scorso, un'ora dopo la sua fuga dall'ospedale, alcuni nomadi l'avevano vista cadere sulle sponde del  fiume. La ragazza appariva confusa e sofferente. Un uomo che aveva assistito alla scena ha chiamato il 118. Alle 13.41 è giunta l'ambulanza ma Laura non ne ha voluto sapere di prenderla. E' andata via, nessuno l'ha fermata e da quel momento non si è più saputo nulla.

I genitori in più occasioni hanno denunciato pubblicamente l'accaduto, chiedendosi come la figlia abbia potuto lasciare il reparto di psichiatria del S.Eugenio senza che nessuno la fermasse: mancanza che è costata per ora la sospensione al primario del reparto.

Oggi l 'epilogo. La scoperta del cadavere della donna è avvenuta nell'ambito dei controlli a tappeto da ponte Marconi verso il mare. Pattuglie della polizia fluviale, coadiuvate anche da agenti a cavallo, hanno perlustrato il fiume per tutta la mattinata. Il corpo è stato avvistato dalla polizia a largo del Tevere e poi riportato a terra.
 
 

[20-01-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE