Giornale di informazione di Roma - Lunedi 26 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Restauro del Colosseo, la Uil ritira il ricorso

La Uil beni culturali ha ritirato l'esposto presentato lo scorso 18 marzo a magistratura e Corte dei Conti sul contratto di sponsorizzazione firmato tra il ministero dei Beni culturali ed il patron del gruppo Tod's Diego Della Valle. L'accordo prevede una sponsorizzazione di 25 milioni di euro che permetteranno il restauro del monumento. Il gruppo Tod's avrà in cambio per 15 anni l'esclusiva sul logo del monumento.

Alemanno - "Ringrazio la Uil Beni Culturali per aver ritirato l'esposto" contro l'aggiudicazione dei lavori di restauro del Colosseo "secondo l'invito che avevamo fatto da tempo". Ha detto il sindaco di Roma Gianni Alemanno dopo aver appreso la notizia che la Uilbac ha ritirato l'esposto mettendo fine ai ricorsi e controricorsi verso l'affidamento a Diego Della Valle dei lavori di restauro dell'Anfiteatro Flavio.

Uil "Attacco mediatico" - La segreteria nazionale della Uil Beni Culturali segnala "l'attenzione dei media nonchè di soggetti istituzionali, che invece di valutare i profili di legittimità di un accordo che a tutt'oggi continua a non essere pubblico, hanno scatenato un vero e proprio attacco nei confronti della Uil Beni e Attività Culturali sostenendo la tesi che il restauro del Colosseo fosse bloccato per colpa della nostra iniziativa". E in una nota aggiunge: "ora aspettiamo di vedere su chi, il Sindaco e taluni giornalisti vorranno far ricadere colpe inesistenti". Nella lettera a magistrati e ministro il sindacato torna anche a denunciare la presenza di "risorse non spese" di cui disporrebbero la soprintendenza speciale per l'archeologia di Roma, ("ben 82.7 milioni di euro") nonche l'intero ministero: "alla data del 30 novembre- conta il sindacato- nelle contabilità speciali delle Soprintendenze, Direzioni Regionali, Archivi e Biblioteche e Istituti vi sono ben 536 milioni di euro che si sommano ai conti di Tesoreria Unica come nel caso delle Soprintendenze Speciali e Istituti autonomi 181 milioni di euro. Questo significa che si ha un importo significativo di oltre 717 milioni di euro". Per il Colosseo,"«vista la consistenza delle risorse disponibili , va fatta una verifica con urgenza e trasparenza".
 
 

[17-01-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE