Giornale di informazione di Roma - Lunedi 26 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Politica Roma
 
» Prima Pagina » Politica Roma
 
 

Sciolta e rinominata la giunta capitolina

immutata la composizione. L'obiettivo far cadere il ricorso al Tar sul mancato rispetto delle quote rosa

Una furbata gattopardesca, un gioco di prestigio. Sono le parole del consigliere regionale del pd Foschi e di Monica Cirinnà, presidente della commissione delle elette, in seguito alla firma del sindaco Alemanno dell’ordinanza con la quale ha sciolto e rinominato la sua giunta. Il sindaco ha poi provveduto a rinominare gli stessi assessori, lasciando immutata la composizione della giunta capitolina, prevedendo solo una rassegnazione di alcune deleghe. 

L’obiettivo è quello di far decadere il ricorso al Tar sul mancato rispetto delle quote rosa. La contestazione fu presentata dalla Cirinnà e Gemma Azuni del gruppo misto nel mese di luglio e giudicata fondata. I giudici amministrativi si sarebbero dovuti pronunciare il prossimo 25 gennaio, ma alla luce di questa nuova ordinanza il ricorso è di fatto nullo costringendo chi lo ha presentato in passato a rifarne un altro e ricominciare l’iter.

Nel luglio scorso, sempre per il mancato rispetto delle quote rosa, il Tar aveva annullato la giunta. In quel caso il sindaco reagì riequilibrando la presenza femminile in Comune con la nomina dell’ex presidente della Roma, Rosella Sensi, con la delega alla promozione della città e allo sport.

[17-01-2012]

 
Lascia il tuo commento