Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Arrestato a Roma Stefano Ricucci

L'immobiliarista Stefano Ricucci è stato arrestato dalla Guardia di finanza: le accuse sono di aggiotaggio, di false fatturazioni e occultamento di scritture contabili. Le fiamme gialle lo hanno prelevato - su ordine della Procura di Roma - in una delle sedi della sua società, la Magiste, in viale Regina Margherita, subito dopo il suo rientro nella capitale dalle vacanze di Pasqua. Trascorse a Ischia, insieme alla moglie Anna Falchi. Secondo le ipotesi dei magistrati Rodolfo Sabelli e Giuseppe Cascini, l'immobiliarista stava tentendo di compiere operazioni illecite nel ricollocamento del pacchetto di quote Rcs in suo possesso. E l'arresto sarebbe dovuto al pericolo di inquinamento delle prove e di reiterazione del reato. Emesse anche altre tre ordinanze di custodia cautelare, di cui una destinata a un pubblico ufficiale; le ipotesi di accusa, in questo caso, sono violazione del segreto di indagine e favoreggiamento. Ricucci è stato portato nel carcere romano di Regina Coeli; l'interrogatorio di garanzia è stato fissato per giovedì. Una vicenda che fa scalpore. Anche perché il protagonista è stato al centro della più rapida e chiacchierata scalata nel cuore della finanza italiana. Il quarantaduenne uomo d'affari ha tentato infatti di acquisire il controllo del Corriere della Sera. Un'operazione, la sua, condotta completamente sul mercato. Con un affondo deciso che, l'estate scorsa, lo ha portato a incrementare quotidianamente la propria quota in Rcs Mediagroup. Inoltre, con il 4,9% detenuto in Antonveneta e in Bnl - di cui è diventato anche consigliere, varcando per la prima volta la soglia di uno dei grandi cda - Ricucci è stato protagonista in tutte e tre le grandi partite finanziarie del 2005. Al centro delle cronache economiche, si è guadagnato anche la ribalta del gossip, grazie al matrimonio con Anna Falchi, sempre nell'estate scorsa. Subito dopo, però, comincia il declino. Suo e della sua Magiste. Un cambio di rotta dovuto soprattutto alle inchieste giudiziarie sulla scalata Rcs e sulle opa su Antonveneta e Bnl. Indagini che hanno già portato all'arresto di Gianpiero Fiorani e alla caduta dell'ex governatore di Bankitalia, Antonio Fazio. Ed è proprio in una delle intercettazioni pubblicate dai giornali, a proposito di queste inchieste, che Stefano Ricucci pronuncia una definizione che gli resta appiccicata addosso: quella sui "furbetti del quartierino".

[18-04-2006]

 
Lascia il tuo commento