Giornale di informazione di Roma - Venerdi 30 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Sponsor per restauro del Colosseo, indaga la Corte dei Conti e la Procura

Alemanno: "Cosa volete? Lasciateci restaurare il Colosseo"

Dopo l’antitrust e il Tar, ad avere dubbi sull’accordo per il restauro del Colosseo è la Corte dei conti e la Procura della Repubblica che, secondo l’Uil, avrebbero aperto un fascicolo sulla convenzione firmata da Diego Della Valle e Roberto Cecchi, attualmente sottosegretario del Mibac e allora commissario straordinario per la tutela del monumento. Al vaglio degli inquirenti c'è l’ipotesi di reato di abuso d’ufficio in relazione alla convenzione per i lavori di restauro del Colosseo. Le indagini, affidate al procuratore aggiunto Alberto Caperna e al sostituto Maria Letizia Golfieri, sono state avviate dopo un esposto presentato dalla Uilbac.

All’epoca della sigla dell’accordo, quasi un anno fa, la uil aveva chiesto alla magistratura di fare luce sulle eventuali responsabilità penali ed erariali relativamente alla convenzione, ritenuta segreta: talmente segreta che, sempre secondo l’Uil, a tutt’oggi non risulta pubblicato alcun documento da parte della gestione commissariale e del Mibac.

Insomma, dopo l’esposto del Codacons e le relative indagini del Tar e dell’Antitrust, a cui Cecchi dovrà rispondere entro 60 giorni, su quello che si configura come il "pasticciaccio brutto dell’Anfiteatro Flavio", si affiancano quelle di Procura e Corte dei conti. Se ieri la reazione era stata molto posata, oggi il sindaco è intervenuto "con gli interessi", dicendosi indignato ed etichettando come vergognosa e continua tutta questa operazione volta a far saltare i 25 milioni di euro che il gruppo Della Valle aveva garantito per il restauro del Colosseo.

"Per la prima volta viene fatta una evidenza pubblica. Lasciateci restaurare il Colosseo. Cosa volete fare? Volete farlo cadere a pezzi? -ha detto Alemanno- A furia di Tar, Antitrust, Procure, Corte dei conti? Vogliamo far sì che il consorzio privato si riprenda i 25 mln di euro e ci saluti?". "Se questo è l'obiettivo lo si dica. Sono indignato da questa operazione continua, vergognosa, che fa saltare la sponsorizzazione per restaurare il monumento più importante del mondo".
 
 

[11-01-2012]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE