Giornale di informazione di Roma - Giovedi 29 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Truffavano assicurazioni, sospesi cinque medici

nell'operazione denominata "crash" arrestato anche un avvocato

Simulavano finti sinistri o danni fisici più gravi di reali incidenti ma sono stati scoperti dai carabinieri della compagnia di Velletri. Per questo 5 medici sono indagati e sospesi dalla professione per due mesi, mentre un avvocato che operava nella zona dei castelli è stato arrestato mentre era di ritorno da una vacanza in montagna. Secondo quanto accertato dai militari nell’ambito dell’operazione denominata “crash”, sarebbe stato proprio il legale (specializzato in infortunistica stradale) la mente delle truffe che ha generato un giro di affari per quasi un milione di euro.  Conoscorso in falso idelogico e truffa ai danni delle assicurazioni i reati ipotizzati a loro carico.

Ci sarebbero anche due titolari di agenzie di pratiche auto tra gli indagati. Per ogni incidente truccato l'assicurazione sborsava dai 5 ai 10 mila euro. A quanto accertato dai carabinieri, l'avvocato agiva su due fronti: o simulava l'incidente, con la complicità del cliente, oppure gonfiava i danni facendosi effettuare nuovi certificati medici dai professionisti compiacenti. Nei referti si attestava un aggravamento delle condizioni e l'aumento di giorni di prognosi.

Allo stato delle indagini, ancora in corso, sarebbero almeno quaranta la pratiche che avrebbero generato rimborsi fraudolenti. L’indagine, iniziata nel 2010, ha preso le mosse da un’inchiesta per usura.

[10-01-2012]

 
Lascia il tuo commento