Giornale di informazione di Roma - Giovedi 29 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Sequestrate due tonnellate di rame

una volta venduto "l'oro rosso" avrebbe frutato circa 80.000 euro

Un cittadino rumeno denunciato e due tonnellate di "oro rosso" rubate probabilmente da un impianto fotovoltaico, di presunta provenienza illecita, recuperate e che avrebbero fruttato sul mercato ricavi per circa ottantamila euro. È il bilancio complessivo di un'attività dei finanzieri del Comando Provinciale di Roma, che ha portato anche alla denuncia all'Autorità Giudiziaria di Velletri di un soggetto di nazionalità rumena dedito al furto e al riciclaggio di rame. L'operazione "Copper Gold", condotta dalle Fiamme Gialle della Compagnia di Velletri ha permesso di intercettare, nei pressi di Lanuvio, un autocarro che trasportava un ingente quantitativo di rame, senza alcuna documentazione di accompagnamento.

L'attività investigativa dei militari ha permesso di arginare un fenomeno criminale, come quello dei furti di rame, che interessa anche la provincia di Roma, provocando ingenti danni economici alle aziende e, quindi, a tutti i cittadini. Sono tuttora in corso indagini volte a definire i livelli superiori dell'organizzazione per individuare la "rete criminale organizzata" che avrebbe curato il riciclaggio del rame rubato.

[28-12-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
 
 
 
 
  • I video della notizia