Giornale di informazione di Roma - Sabato 01 ottobre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Lazio
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Lazio
 
 

Lazio, Reja vuole il terzo posto prima della sosta

Il tecnico biancoceleste non sottovaluta il Chievo e rimane colpito dalla bufera calcioscommesse

"Conoscete il valore del Chievo, da un paio di partite gioca con intensità. Di Carlo poi è molto bravo dal punto di vista tattico. È molto importante però conseguire il risultato per mantenere le posizioni di prestigio che occupiamo". Il tecnico della Lazio Edy Reja, nella conferenza della vigilia di Lazio-Chievo, ha le idee chiare sulla sfida di domani sera all'Olimpico. E non sottovaluta l'impegno con gli scaligeri. "Le partite non sono mai scontate - spiega -. Come Lazio però dobbiamo cercare di vincerle tutte, con tutta la considerazione che possiamo avere per il nostro avversario. Con l'Udinese abbiamo fatto una grandissima partita giocata ad altissima intensità. Se manteniamo questa condizione domani sera è lecito di aspettarci il risultato". Reja traccia anche un bilancio di questo avvio di stagione: "Alla Lazio do un 7+ per il gioco che ha espresso. Siamo una delle squadre che è stata sempre nelle primissime posizioni. Un regalo per Natale? Mi piacerebbe di fare bene come l'anno scorso, migliorando la classifica dello scorso anno. La Champions sarebbe il coronamento di una crescita iniziata da quando sono arrivato qui".

"Le ultime notizie fanno male al calcio". Il tecnico della Lazio ha parlato anche della vicenda calcioscommesse e degli arresti fatti dalla procura di Cremona in seguito all'inchiesta 'Last Bet'. "Io sono tanti anni che sto in questo ambiente e sono stato sempre corretto, spero che le partite finiscano sportivamente". Reja ha espresso poi il suo dispiacere per l'arresto di Cristiano Doni, suo giocatore quando allenava il Brescia. "Doni è stato uno dei giocatori più forti che ho avuto e ci sto doppiamente male. Spero che il calcio italiano viva stagioni meno travagliate. Vorrei che con il nuovo anno iniziasse una nuova era in cui vengano fuori soltanto i valori sportivi" è l'auspicio del tecnico.


Vincenzo Samà
 
 

[20-12-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE