Giornale di informazione di Roma - Domenica 25 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Giudiziaria
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma » Cronaca Giudiziaria
 
 

Omicidio Cohen, verso il rinvio a giudizio per due persone

per la Procura il movente č stato passionale

Prende piede la pista passionale per l’omicidio di Rafael Cohen, il 74enne commerciante di origine ebraica ucciso con una pugnalata al cuore il 13 giugno scorso in via Lanciani. Secondo la Procura Cohen sarebbe stato ucciso dopo un corteggiamento pressante nei confronti di una ragazza. Al momento ci sono due indagati; il nome del killer e quello di una donna, indagata in concorso in omicidio. E non si tratterebbe della stessa donna oggetto delle attenzioni di Cohen.

Il pm Barbara Sergenti avrebbe quindi chiarito anche il movente; l’assassino avrebbe ritenuto oltraggioso un corteggiamento nei confronti di una giovane donna, tanto da vendicare con il sangue le lusinghe della vittima.
Entro poche settimane la Procura potrebbe dunque chiudere le indagini con due richieste di rinvio a giudizio, nei confronti del presunto assassino e del complice femminile ritenuto responsabile di concorso in omicidio. La posizione della donna potrebbe essere anche alleggerita e l’accusa derubricata in favoreggiamento.

Cohen era stato assassinato lo scorso 13 giugno, l’assassino lo aveva aspettato nella portineria vuota della palazzina in via Lanciani: era bastato un singolo fendente al petto per uccidere l’uomo. Sin dall’inizio era stata  scartata la pista della rapina finita male. Al commerciante non era stato rubato il portafogli con 300 euro. 
 
 

[19-12-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE