Giornale di informazione di Roma - Giovedi 29 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Atac, meno trasferimenti dalla Regione Lazio. Tagli in vista

Aurigemma: "Potremmo tagliare linee bus, a rischio il servizio metro"

Tagli in vista per l’Atac. L’azienda municipalizzata di trasporto pubblico che gestisce il servizio metro e bus dovrà fare i conti con 117 milioni in meno. Soldi che non arriveranno dalla Regione Lazio come annunciato durante la presentazione della manovra di bilancio della Pisana.

La presidente polverini è stata chiara: il Lazio per il trasporto pubblico verserà il 17% in meno. In parole povere la cifra che incasserà l’Atac dalla regione scenderà da 305 a 188 milioni di euro. Un taglio pesante che potrebbe portare l’Atac a decidere per la riduzione delle corse di bus e metro.

“Il taglio è del 40% -spiega l’assessore alla mobilità di Roma capitale Antonello Aurigemma- potremmo essere costretti a tagliare alcune linee bus, calerebbe anche il servizio metro e sarebbe la paralisi”. L’amministratore delegato di Atac Carlo Tosti ha spiegato inceve che –se i tagli saranno confermati- l’azienda non riuscirà a rendere operativo il piano industriale presentato pochi giorni fa, anche i contratti di servizio con roma capitale –secondo Tosti- sono a rischio.

L’azienda del trasporto pubblico, a causa dei minori trasferimenti che arriveranno dalla Regione, potrebbe anche decidere di ridurre, oltre alle corse, anche il personale, che avevano già protestato in via Prenestina lo scorso ottobre per il timore dei tagli. Dopo la fusione di Trambus, Metro ed a Atac, l’azienda ora conta ora ben 13.000 lavoratori. Per il 2012 l’Atac dovrà quindi fronteggiare una seria carenza di risorse mentre i cittadini dovranno fare i conti con le nuove tariffe che prevedono un aumento ad 1 euro e 50 centesimi del biglietto metro e bus.
 
 

[09-12-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE