Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Tevere, record di illeciti

In un anno 266 reati

vista aerea del Tevere

Roma non potrebbe esistere senza il Tevere. E’ grazie al fiume che sono nati i primi insediamenti. Ma nei confronti della sua spina dorsale non sembra che Roma dimostri troppa riconoscenza. Anzi. Solo nel 2006 i reati sono stati 266, tanto che il tevere e’ in Italia il fiume a cui e’ associato il magior numero di reati: secondo i dati di Legambiente e del corpo forestale dello stato gli illeciti, amministrativi e penali, vanno dalla pesca abusiva, allo scarico di residui di lavorazione, al furto della ghiaia o dell’acqua. A fronte di questo nel Lazio cè anche la più forte attività di controllo e di contrasto da parte del corpo forestale, con una media di 320 ispezioni al mese.

Ma non basta: è sull’educazione civica che bisogna intervenire. Per questo legambinete parte con una nuova iniziativa per la tutela dei fiumi in tutta italia. Si chima fiuminforma. A Roma 300 ragazzi hanno partecipato a una giornata di sensibilizzazione sul tevere a bordo di natanti, ma anche aiutando a bonificare piccole discariche abusive sugli argini.
Sabato 11 maggio sono previste escursioni lungo la sponda dell’aniene nel tratto urbano di Tivoli, domenica una discesa in canoa del Tevere da Monterotondo a roma e il 20 maggio ancora una discesa da Roma a Ostia.
Escursioni a parte per chiunque voglia segnalare episdi illeciti che riguardano il tevere e l’aniene puo’ farlo, anche in forma anonima, chimaando il 1515. Altre informazioni su www.corpoforestale.it o www.legambiente.it

[08-05-2007]

 
Lascia il tuo commento