Giornale di informazione di Roma - Domenica 26 ottobre 2014
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Lazio
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Lazio
 
 

Lazio, punto d'oro al S. Paolo

I biancocelesti, privi di diversi titolari, fermano sullo zero a zero il Napoli. Prestazione straordinaria di Marchetti

Pareggio sofferto per la Lazio al rientro dalla sosta per la nazionale. I biancocelesti, in formazione rimaneggiata, hanno fermato un Napoli che nel secondo tempo ha spinto sull’acceleratore ma ha trovato sulla sua strada un super Marchetti. Ancora opaca la prova di Cissé, novanta minuti senza grossi acuti, bene invece la fase difensiva, con la squadra che ha dimostrato di essere in salute e di saper soffrire fino all’ultimo secondo di gioco.

LA PARTITA - Lazio senza Klose e Dias, Biava va in panchina. In attacco spazio a Cissé unica punta con Sculli e Hernanes a supporto, dietro confermato Diakité, in coppia con Stankevicius, un duo già visto all’opera contro il Catania. Napoli al completo , assenti solo un paio di seconde linee. Nonostante l’assetto marcatamente difensivo la Lazio se la gioca a viso aperto e non aspetta il Napoli, pur cercando di sfruttare il contropiede. Al 13’, sugli sviluppi di una punizione, Campagnaro si libera sul primo palo e di testa spedisce alto. Il terreno di gioco è fin troppo umido e gli errori tecnici si susseguono, da una parte e dall’altra, rendendo a tratti irritante una partita spigolosa già di suo. Al 33’ Cissé arriva al tiro, ma la staffilata è troppo centrale e per De Sanctis non ci sono problemi. Al 42’ il francese serve Hernanes che cicca clamorosamente la sfera dai sedici metri. Il Napoli prova un timido forcing finale ma si va comunque al riposo sullo 0 a 0.

Inizia la ripresa e non ci sono cambi. Lavezzi dopo due minuti colleziona addirittura tre occasioni da goal: nella prima Marchetti para con sicurezza, nella seconda è costretto al miracolo e nella terza, la più clamorosa, l’attaccante argentino fallisce in mezza girata a un metro dalla linea di porta. Al 49’ Dzemaili sfiora l’incrocio dei pali su punizione e la Lazio sembra alle corde. Reja se ne accorge: escono Konko ed Hernanes per Scaloni e Matuzalem. Cissé, acciaccato, ci riprova al 56’ di destro, sul primo palo, senza fortuna. Entra Gargano e si francobolla su Matuzalem, le squadre intanto si allungano e gli spazi aumentano. A 73’ Cavani gira in bello stile in area piccola e Marchetti risponde d’istinto. A cinque minuti dalla fine Marchetti si supera di nuovo su un grande colpo di testa del bomber uruguaiano. E’ una Lazio in affanno che stringe i denti e serra le fila e Marchetti al quarto minuto di recupero compie l’ennesimo miracolo su Lavezzi, meritandosi la palma di migliore in campo.

L’obiettivo primario per la Lazio questa sera era di fare punti e la squadra ha risposto bene all’emergenza, mettendo in mostra grinta e spirito di sacrificio, pressando a tutto campo e cercando di rispondere colpo su colpo ad un Napoli riposato, dinamico e, soprattutto nella ripresa, arrembante. Buone notizie per Reja che ritrova una difesa compatta, guidata da un Marchetti straordinario, un mistero come il solo Prandelli sembri ancora ignorare in quale stato di forma stratosferico si trovi l’estremo difensore biancoceleste. Cissé non convince e  nonostante si riprenda il ruolo di centravanti, vista l’assenza di Klose , continua a decentrarsi e a giocare una partita tutta sua, senza curarsi delle grosse difficoltà della squadra nei minuti finali di arrembaggio partenopeo. Ora una settimana di riposo per recuperare parte degli infortunati e poi altra sfida al vertice con la Juventus all’Olimpico. La strada intrapresa è quella giusta e bisognerà percorrerla con convinzione almeno fino alla sosta natalizia. Poi si faranno i conti, sia in campionato che in Europa, e si potranno iniziare a fissare gli obiettivi.

Valerio Lazzari

NAPOLI-LAZIO 0-0

 

Napoli (3-4-2-1): De Sanctis; Campagnaro, Cannavaro, Aronica; Maggio, Dzemaili (58' Gargano), Inler, Dossena (73' Pandev); Hamsik, Lavezzi; Cavani.

In panchina: Rosati, Fernandez, Fideleff, Mascara, Lucarelli. All. Mazzarri.

 

Lazio (4-2-3-1): Marchetti; Konko (50' Scaloni), Diakitè, Stankevicius, Radu; Brocchi, Ledesma; Lulic, Hernanes (50' Matuzalem), Sculli (83' Gonzalez); Cisse.

In panchina: Carrizo, Stendardo, Cana, Rocchi. All. Reja.

 

Arbitro: Nicola Rizzoli (sez. Bologna)

Assistenti: Maggiani, Nicoletti;

IV Uomo: Gervasoni.

 

Note: ammoniti Cisse (L), Radu (L), Stankevicius (L).

 

Recuperi: 1' p.t., 4' s.t.

 
 

[19-11-2011]

 
Lascia il tuo commento