Giornale di informazione di Roma - Martedi 27 settembre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Cortei solo il sabato, Cgil presenta ricorso al Tar

Di Berardino: "Alemanno ritiri l'ordinanza, Ŕ democrazia sospesa"

Anche i commercianti hanno manifestato la loro contrarietà, in particolare riguardo alla scelta del giorno. “Apprezziamo lo sforzo del sindaco –ha commentato il presidente di Confcommercio Roma Giuseppe Roscioli- “Da parte nostra avremmo però preferito che al posto del sabato, giorno cruciale per i commercianti, fosse stata scelta la domenica”.
Cortei in I Municipio? Solo di sabato. E’ la decisione del sindaco Alemanno che ha firmato la seconda ordinanza che regola i cortei in città dopo quella, successiva agli scontri del 15 ottobre,  che vietava per un mese le manifestazioni non statiche in centro.

Secondo questa nuovo provvedimento i cortei si potranno svolgere solo nella giornata di sabato e seguendo 5 itinerari prestabili. Il primo da piazzale dei Partigiani al Circo Massimo, il secondo da piazza della Repubblica a piazza Bocca della Verità, il terzo da piazzale Aldo Moro a Piazza della Repubblica. Il quarto: da Piazza della Repubblica a piazza di Porta San Giovanni, ed infine il quinto percorso previsto dall’ordinanza è da piazzale Partigiani a largo Bernardino da Feltre.

Duro il commento dei sindacati: il segretario della Cgil Roma e Lazio Claudio Di Berardino invita il sindaco Alemanno a ritirare l'ordinanza e parla di “democrazia sospesa” annunciando un ricorso al Tar per chiedere una sospensiva dell’ordinanza.

Anche i commercianti hanno manifestato la loro contrarietà, in particolare riguardo alla scelta del giorno. “Apprezziamo lo sforzo del sindaco –ha commentato il presidente di Confcommercio Roma Giuseppe Roscioli- “Da parte nostra avremmo però preferito che al posto del sabato, giorno cruciale per i commercianti, fosse stata scelta la domenica”.

ALEMANNO - "Direi che la Cgil ha fatto una dichiarazione fuori misura -Ha detto il sindaco di Roma Gianni Alemanno - durante il mese sottoposto alla precedente ordinanza, ci sono stati importanti comizi e manifestazioni statiche che sono rimbalzati su tutti i media e hanno creato opinione. Francamente non capisco come possano farsi slogan ideologici come quelli della Cgil quando c'è un'ordinanza meno restrittiva della precedente che consente i cortei di sabato. Naturalmente è legittimo ricorrere al Tar ma io stesso so bene che l'ordinanza è temporanea visto il carattere d'urgenza".
 
 

[18-11-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE