Giornale di informazione di Roma - Sabato 01 ottobre 2016
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Altre di Cinema
 
» Prima Pagina » Cinema » Altre di Cinema
 
 

Ricordando Chabrol all'Alphaville Cineclub

Retrospettiva sugli ultimi anni di carriera

A poco più di un anno di distanza dalla scomparsa di Claude Chabrol, l’Alphaville Cineclub ricorda il regista francese con la rassegna “Giallo Chabrol – parte seconda”. La selezione delle opere in programmazione coprirà, questa volta, l’arco temporale che va dagli anni ’60 fino alle ultime opere di Chabrol.

Dal 16 al 20 Novembre il cineclub di via del Pigneto ripropone cinque lungometraggi del regista, a sua volta fondatore di un cineclub a soli tredici anni. Ancora all’università, Chabrol iniziò a collaborare con i Cahiers du Cinéma e il suo esordio cinematografico (“Le beau Serge”) è considerato il capostipite della Nouvelle Vague francese.
Autore assai prolifico, quasi un film all’anno in mezzo secolo di carriera, Chabrol è noto per il suo interesse verso la colpa come espressione emblematica della condizione umana e per il rigoroso stile cinematografico.

“Giallo Chabrol – parte seconda” propone, tra gli altri titoli, l’ultimo lavoro del regista: “Bellamy” del 2009, interpretato da Gerard Depardieu. Da non perdere Domenica 13 Novembre il pluricensurato “L’amico di famiglia” (2003) con Michel Piccoli.

Per ulteriori informazioni e per consultare il programma completo:
www.cineclubalphaville.it
 
 

[15-11-2011]

 
Lascia il tuo commento