Giornale di informazione di Roma - Mercoledi 13 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Sparatoria in piazza Nicosia, ferito pregiudicato

ancora un agguato in pieno centro di Roma. Il 48enne č fuori pericolo

Non sarebbe in pericolo di vita Paolo Marcoccia il 48enne pregiudicato rimasto vittima dell'agguato di mercoledì sera in piazza Nicosia, a due passi da via della Scrofa. L'uomo è stato sottoposto a intervento chirurgico in nottata. Appena le condizioni cliniche lo consentiranno il 48enne sarà ascoltato dalla polizia. Si tratta dell'ennesimo (il quarto dall'inizio dell'anno) agguato in città, questa volta però è avvenuto in pieno centro di Roma. L'ultima aggressione risale ad appena 10 giorni fa a Tor Bella Monaca.

Secondo quanto ricostruito finora, l'uomo ieri sera era in compagnia del fratello di 58 anni, con il quale gestisce una sala di slot machine in via della Scrofa, quando è stato raggiunto dai colpi d'arma da fuoco. Marcoccia è stato ferito mentre saliva a bordo della sua auto da due uomini che a bordo di uno scooter con il volto coperti dai caschi, dopo aver esploso i colpi di pistola, sono scappati in direzione del Lungotevere. I proiettili hanno centrato il 48enne all'addome. La polizia nella notte ha ascoltato diversi testimoni che hanno assistito alla scena. Al momento non si esclude nessuna ipotesi compresa quella di un regolamento di conti su affari legati a giri di videopocker e slot machine.

Ciardi, "Più riosorse dal Ministero" - "Attenzione massima ai fenomeni di criminalità territoriale, è questa la richiesta del sindaco Alemanno e dell'amministrazione di Roma Capitale alle Forze dell'ordine e alla Magistratura: tutto ciò andrà messo nero su bianco in un formale impegno nell'ambito del Terzo Patto per Roma Sicura che verrà sottoscritto nei prossimi giorni -ha detto Giorgio Ciardi, delegato del Sindaco Alemanno alla Sicurezza. "Al contempo avanziamo la richiesta di maggiore attenzione da parte del Ministero degli Interni - aggiunge - per disporre di più risorse e più uomini da poter utilizzare nella repressione dei fenomeni criminali sui territori".

Pedica -"Alemanno si dimetta" - "Dopo Berlusconi tocca pure ad Alemanno dimettersi per incapacità a gestire una citta". È quanto afferma il senatore dell'Italia dei Valori Stefano Pedica riferendosi all'agguato dove un pregiudicato è stato ferito da colpi di arma da fuoco in pieno centro a Roma. "Rapine, furti, criminalità, sparatorie, disagi - aggiunge - questo il triste resoconto della giunta capitolina. In tre anni è tutto crollato".
 
 

[10-11-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE