Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Scontri 15 ottobre, agli arresti domiciliari romano di 19 anni

l'accusa per il giovane è devastazione, saccheggio e resistenza pluriaggravata

Ancora un arresto per gli scontri dello scorso 15 ottobre. E’ un ragazzo di 19 anni, romano, finito agli arresti domiciliari per aver assaltato un mezzo idrante della polizia in piazza San Giovanni. L’accusa per il giovane è devastazione, saccheggio e resistenza pluriaggravata.

Il 19enne era stato fermato in flagranza di reato dopo aver lanciato dei sampietrini contro le forze dell’ordine ed aver preso parte ad un tentativo di assalto di un veicolo; in quell’occasione, come è emerso anche dai video e dalle foto analizzate dalla polizia, il giovane aveva tentato di aprire le porte del mezzo per cercare di far uscire gli agenti e poi, una volta fermato, il giovane aveva continuato ad aggredire gli agenti cercando di scappare. In un primo momento il romano era stato denunciato in stato di libertà poi il gip Riccardo Amoroso ha ritenuto di dover emettere le misure cautelari.

Proseguono intanto le indagini della Digos, della Questura di Roma e dei Carabinieri dei Ros per l'identificazione di altre persone responsabili dei disordini del 15 ottobre scorso. Nei prossimi giorni il tribunale prenderà in esame anche la posizioni di Fabrizio Filippi, detto ‘er pelliccia’, accusato di aver lanciato un estintore durante i disordini.
 
 

[09-11-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE
 
 
 
 
 
 
 
 
  • I video della notizia
  • "scontri a San Giovanni"
 
 
  CORRELATE