Giornale di informazione di Roma - Martedi 12 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Sport Roma
 
» Prima Pagina » Sport Roma
 
 

Calciopoli, ecco le sentenze. Condannato anche Lotito

Un anno e tre mesi per il presidente della Lazio, annunciato il ricorso in appello

È durissima la sentenza emessa in serata dopo otto ore di camera di consiglio dai giudici della nona sezione del tribunale di Napoli presieduto da Teresa Casori nell'ambito del processo a Calciopoli. Cinque anni e quattro mesi di reclusione per l'ex direttore generale della Juventus Luciano Moggi, appena quattro mesi in meno rispetto alle richieste avanzate dai pm Giuseppe Narducci e Stefano Capuano. Condanne anche per gli ex designatori arbitrali Paolo Bergamo(3 anni e 8 mesi) e Pierluigi Pairetto(1 anno e 11 mesi); per i dirigenti della Fiorentina Andrea e Diego Della Valle(1 anno e 3 mesi ciascuno); per il presidente della Lazio Claudio Lotito(1 anno e tre mesi), per quello della Reggina Pasquale Foti(1 anno e 6 mesi) e per l'ex dirigente del settore arbitrale del Milan Leonardo Meani(1 anno). Condanne anche per l'ex vice presidente della Figc Innocenzo Mazzini(2 anni e 2 mesi), e per gli ex arbitri Massimo De Santis(1 anno e 11 mesi), Salvatore Racalbuto(1 anno e 8 mesi) Paolo Bertini(1 anno e 5 mesi) e Antonio Dattilo(1 anno e 5 mesi); e per i guardalinee Claudio Puglisi(1 anno) e Stefano Titomanlio(1 anno); oltre che per il dirigente viola Sandro Mencucci(1 anno e 3 mesi).

Per 16 imputati condannati a processo Calciopoli, a vario titolo anche per frode sportiva, il Tribunale di Napoli ha disposto come pena accessoria il divieto di accedere ai luoghi dove si svolgono manifestazioni sportive. Il divieto riguarda anche luoghi dove si accettano scommesse autorizzate o dipendono giochi d'azzardo autorizzati. Il Tribunale ha anche disposto l'interdizione dagli uffici direttivi delle società sportive per la durata di tre anni. Ciò non significa che questi dirigenti dovranno ora lasciare le loro cariche e non potranno assistere alle partite: l'impugnazione della sentenza da parte dei loro legali dovrebbe sospendere l'esecuzione dei provvedimenti.

LEGALE LOTITO - "La notizia l'abbiamo presa male. Pensavamo di aver chiarito meglio le situazioni del processo. Aspettiamo di leggere le motivazioni. Ha tenuto l'impianto accusatori dei Pm, è quello che ha meravigliato un pò tutti". Lo ha detto l'avvocato Michele Gentile, legale della Lazio e del presidente Claudio Lotito, ai microfoni di Radio Manà Manà Sport 24. "Siamo sorpresi - ha aggiunto Gentile - Lotito è stato condannato per frode sportiva in merito alle partite Lazio-Parma e Chievo-Lazio. Carraro è stato assolto, gli arbitri anche, quindi non capisco come si fa a sostenere che abbia alterato quelle partite con l'aiuto di Carraro". "I processi di secondo grado ci sono perchè i giudici sbagliano - ha concluso Gentile -, speriamo abbiano sbagliato anche stavolta. Faremo un nuovo processo in appello".


Vincenzo Samà
 
 

[08-11-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE