Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Taxi, ancora discussione in Assemblea capitolina

maggioranza ed opposizione verso l'accordo, rimandato tutto a mercoledì

Si chiude con l'ennesimo nulla di fatto la lunga giornata nell'Assemblea capitolina che ha deciso di rimandare a domani il voto dell'Aula sulla delibera numero 67 che modifica il regolamento di taxi e botticelle approvato nel 1998. Dopo una lunga maratona partita alle 10 di stamattina e dopo aver votato l'extra time per arrivare a licenziare la delibera in nottata, una lunga riunione dei capigruppo ha deciso di aggiornare la seduta a domani. Tuttavia, mancavano solo circa dieci emendamenti alle dichiarazioni finali di voto.

Continua la battaglia tra maggioranza ed opposizione sull’approvazione del nuovo regolamento delle auto bianche che sarà preliminare ai tanto discussi aumenti tariffari. Stavolta, però, ci sono 8.000 emendamenti in meno, ritirati dal Partito democratico per tentare di “liberare” l’Aula Giulio Cesare che ormai da decine di sedute è impegnata sulla discussione del nuovo regolamento taxi.

In commissione trasporti, alla fine, Pd e maggioranza hanno trovato un’intesa su tre punti principali: le modalità di realizzazione del numero unico, l'aumento delle colonnine ai posteggi e la ricevuta automatica obbligatoria. Frutto di un compromesso è invece la decisione di confermare alla giunta la competenza sull'approvazione dell'aumento delle tariffe, ma con l'obbligo di informare e chiedere il parere alla commissione Trasporti.

Ma andiamo a vedere nel dettaglio cosa prevedono le nuove regole: il testo cambia le caratteristiche del numero unico che sarà potenziato: chi chiama lo 060609 avrà la risposta dalla colonnina del posteggio più vicino e le colonnine saranno installate in tutti i parcheggi dedicati alle auto bianche. Sono previsti anche degli accordi con compagnie aeree per la prenotazione delle corse durante il olo, l’amministrazione si impegna inoltre a trovare formule di incentivo per l’assicurazione unica dei taxi. Infine la ricevuta automatica obbligatoria, voluta dal Pd, è stata confermata nel testo della delibera.

In attesa del voto finale sul regolamento di taxi e botticelle, un coro di consensi da parte dei passeggeri sia italiani sia stranieri ha accolto all'aeroporto internazionale Leonardo da Vinci, l'ipotesi che il Campidoglio potrebbe introdurre la cosiddetta norma anti-furbi che prevede la pubblicazione sui biglietti aerei delle tariffe dei taxi negli aeroporti di Fiumicino e Ciampino. "Mi sembra un'ottima idea - ha commentato un industriale milanese appena giunto a Roma -. Purtroppo c'è sempre qualcuno che prova a fare il furbo. Con questo provvedimento sarà molto più difficile per i cosiddetti 'furbetti del quartierinò riuscire a farla franca e ad imbrogliare il prossimo".
 
TAG: taxi
 

[08-11-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE