Giornale di informazione di Roma - Lunedi 18 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Mancano fondi per la Metro C, la denuncia dei sindacati

"Non ci sono i soldi per i lavori della Metro C". Roma Metropolitane: "Problema già risolto"

L'allarme lanciato dai sindacati è chiaro: "I lavori per la costruzione della linea metropolitana C non proseguiranno. Perché mancano i fondi". "Il mancato co-finanziamento da parte della Regione Lazio obbliga la società Roma Metropolitane a sospendere le attività per la prosecuzione dei lavori della tratta San Giovanni-Colosseo della metro C". La denuncia arriva dai sindacati provinciali di categoria Feneal Uil, Filca Cisl, Fillea Cgil. "La decisione - scrivono i sindacati - è stata assunta dal consiglio di amministrazione di Roma Metropolitane lo scorso 27 ottobre, in osservanza a quanto previsto dalla delibera del Cipe (Comitato interministeriale per la programmazione economica) che subordina il finanziamento del Comitato interministeriale 'alla formalizzazione degli impegni finanziari assunti dal Presidente della Regione Lazio e dal Sindaco del Comune di Roma in ordine al co-finanziamento dell'opera per le rispettive quote entro 60 giorni dalla pubblicazione della delibera sulla Gazzetta ufficialè". Per i sindacati "a nulla valgono dunque i fin troppo noti proclami e le rassicurazioni del sindaco Alemanno: i lavori per la costruzione della linea metropolitana C, una delle più importanti opere della mobilità di Roma che aspira al rango di capitale europea, si bloccano con gravissime ripercussioni sul piano occupazionale ed economico".

LA REPLICA DELLA POLVERINI - "La presidente della Regione Renata Polverini ha promesso di dare i soldi – afferma il presidente di Roma Metropolitane Gianni Ascarelli -. Quindi si arriverà al Colosseo. Ma è importante vedere quando arriveranno questi soldi e in che modo: la delibera del Cipe, infatti, condiziona i 700 milioni di euro al fatto che tutti finanziatori abbiano già dato la loro parte. E il 12 per cento della Regione corrisponde a circa 84-85 milioni: sono una bella cifra, ci deve essere una delibera che impegni la Regione a iscriverli in Bilancio a partire da quest’anno".

AURIGEMMA "Lavori vanno avanti" - "Contrariamente a quanto affermato dai sindacati provinciali Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil, non vi sarà alcuna sospensione dei lavori per la realizzazione della tratta San Giovanni-Colosseo della linea C della Metropolitana. A seguito dei colloqui intercorsi tra il sindaco Alemanno e la presidente Polverini e tra il sottoscritto e l’assessore Lollobrigida, non vi è ragione per dubitare del fatto che la Regione Lazio adotterà formalmente tutti gli atti di propria competenza per come richiesti dal Cipe". Spiega l'assessore alla Mobilità di Roma Capitale Antonello Aurigemma.

ROMA METROPOLITANE - "Il problema del finanziamento della tratta T3 della Linea C, da San Giovanni al Colosseo, è stato definitivamente risolto -rassicura Roma Metropolitane in un comunicato-  Infatti, a seguito dei recenti colloqui intercorsi tra il Sindaco di Roma Capitale e la Presidente della Regione Lazio, quest’ultima ha confermato l’erogazione delle somme di competenza regionale per la tratta T3. È quindi interamente disponibile il finanziamento necessario alla prosecuzione dei lavori della Linea C. Ciò è scritto e confermato in una lettera che l’Assessore alle Politiche della Mobilità Aurigemma – che in questi ultimi giorni si è completamente speso anche sul tema dei finanziamenti della Linea C – ha inviato a Roma Metropolitane. L’avanzamento dei lavori della fase conclusiva di costruzione della prima tratta funzionale della Linea C, da Monte Compatri a Centocelle, e la disponibilità del finanziamento della tratta San Giovanni-Colosseo, con la conseguente copertura dell’intera tratta da Monte Compatri al Colosseo, confermano che si stanno raggiungendo entrambi gli obiettivi".

 
 

[05-11-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE