Giornale di informazione di Roma - Lunedi 18 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cinema
 
» Prima Pagina » Cinema
 
 

Cosa piove dal cielo?

di Sebastián Borensztein. Con Ricardo Darín, Ignacio Huang

Di Flavia D'Angelo

Roberto, proprietario di un ferramenta a Buenos Aires, difende strenuamente la sua ferrea routine impedendo a chiunque, anche alla dolce Mari, di avvicinarsi troppo. Un giorno nella sua vita piomba inaspettato Jun, un immigrato cinese che non parla una parola di spagnolo ed è alla ricerca dell’unico parente che gli resta. La singolare convivenza aiuterà entrambi a superare i propri traumi e ad aprirsi di nuovo al mondo.

In concorso al sesto Festival Internazionale del Film di Roma, UN CUENTO CHINO è stato acquistato per la distribuzione italiana e ribattezzato con l’atroce titolo COSA PIOVE DAL CIELO?. Speriamo in un ravvedimento dell’ultimo minuto che renda giustizia alla commedia di  Sebastián Borensztein, figlio del famoso attore comico argentino Tato Bores. Protagonista del film Ricardo Darín, già vincitore di un Premio Clarín per il suo ruolo in IL SEGRETO DEI SUOI OCCHI di Juan Josè Campanella.

Fondamentale la presenza di Ignacio Huang, nato a Taipei ma argentino di adozione, nel suo primo ruolo da co-protagonista, il tenero ma tenace Jun. Curata anche la fotografia e le scenografie, che rendono perfettamente l’idea della chiusura al mondo del protagonista e arricchiscono l’aspetto visivo della pellicola. L’atmosfera rassegnata che impregna la casa di Roberto è costruita con attenzione, ma resta sempre strumentale a un racconto che non conosce momenti morti.

Borensztein scrive e dirige una commedia notevolmente divertente e, cosa veramente rarissima, senza cali di ritmo per tutti i suoi novanta minuti. Con il suo stile sommesso il film riesce a non annoiare mai e, senza cercare la svolta inattesa o il momento ad effetto, scorre fluido e coinvolgente. Giocando al meglio tra il non detto e la battuta facile, la comicità di Borensztein è elegante ma mai cerebrale, sempre diretta e genuina. Una delle migliori commedie presentate al Festival di Roma.
 



votanti: 3
Secondo te quanti euro merita??
 
 
 

[04-11-2011]

 
Lascia il tuo commento