Giornale di informazione di Roma - Domenica 17 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

A Termini arriva il treno del Milite Ignoto

protesta dei lavoratori di Wagon List

Cerimonia con fuori programma alla stazione Termini in occasione dell'arrivo del Treno del Milite Ignoto. (video) Mentre sul binario 1 il presidente della Repubblica Napolitano accoglieva l'arrivo del convoglio speciale - che ha viaggiato da Aquileia a Roma 90 anni fa dalla salma del Milite - un gruppo di lavoratori dipendenti del Servirail Wagons-Lits ha portato sui binari vicini al convoglio striscioni e cartelli, per difendere il posto di lavoro messo a rischio da "485 lettere di licenziamento, a partire dal prossimo 11 dicembre". La protesta dei lavoratori addetti al servizio vagoni letto è durata alcuni minuti, senza incidenti.

TARGA - Fischietti e trombette hanno disturbato per poco la celebrazione per il 90° anniversario della traslazione della salma del Milite Ignoto,. Il Capo dello Stato ha poi visitato la mostra allestita all'interno delle carrozze del Treno del Milite Ignoto dal titolo "1921. Da Aquileia a Roma. Il Viaggio del Milite Ignoto", dopo aver -accompagnato dal ministro della Difesa, Ignazio La Russa - scoperto una targa all'interno della stazione.

Durante la cerimonia, le autorità hanno assistito all'arrivo del treno speciale "Il Viaggio dell’Eroe", partito sabato da Udine. A bordo del treno, una mostra che racconta la storia del Milite che, dopo un viaggio in treno attraversando l'Italia, giunse al Vittoriano a Roma per la tumulazione avvenuta il 4 novembre 1921.

[Esplora il significato del termine: - Movimentata cerimonia per l’arrivo del Treno del Milite Ignoto alla stazione Termini, in occasione del 150simo anniversario dell’Unità d’Italia. Mentre sul binario 1 il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, accoglieva l’arrivo del convoglio speciale - che ha viaggiato da Aquileia a Roma (l’itinerario compiuto 90 anni fa dalla salma del Milite) - un gruppo di lavoratori dipendenti del Servirail Wagons-Lits ha portato sui binari vicini al convoglio storico striscioni e cartelli, per difendere il posto di lavoro messo a rischio da «485 lettere di licenziamento, a partire dal prossimo 11 dicembre». La protesta dei lavoratori addetti al servizio vagoni letto è durata pochi minuti, senza incidenti. Il treno del Milite Ignoto giunto a Termini (Graffiti) Il treno del Milite Ignoto giunto a Termini (Graffiti) TARGA COMMEMORATIVA - Fischietti e trombette hanno disturbato per poco la celebrazione. Il Capo dello Stato ha poi visitato la mostra allestita all’interno delle carrozze del Treno del Milite Ignoto dal titolo «1921. Da Aquileia a Roma. Il Viaggio del Milite Ignoto», subito dopo aver - accompagnato dal ministro della Difesa, Ignazio La Russa - scoperto una targa all’interno della stazione. Assente Silvio Berlusconi - impegnato nel vertice sulla crisi economica a Palazzo Chigi -, all’iniziativa erano presenti invece il sottosegretario Gianni Letta, il sindaco di Roma Gianni Alemanno, la presidente della Regione Lazio Renata Polverini, il presidente del Comitato per i 150 anni dell’Unità d’Italia Giuliano Amato, nonché l’Ad delle Ferrovie dello Stato Mauro Moretti. La protesta dei lavoratori Wagon Lits (Emblema) La protesta dei lavoratori Wagon Lits (Emblema) «MORETTI VIOLA LE REGOLE» - «Moretti assume in Francia e licenzia in Italia», attaccano i lavoratori dei treni di notte, che in un volantino denunciano come sia «in corso una gara d’appalto, per l’affidamento, a partire appunto dall’11 dicembre e per il prossimo biennio, dei servizi notturni». Il capitolato d’appalto - vi si legge - prevede una forte riduzione del numero delle corse, «oltre a un drastico taglio degli addetti di bordo e delle città capolinea dei servizi». Non bastasse, dal capitolato è stato escluso il Roma-Parigi: le linee tra Italia e Francia saranno infatti assicurate dal personale francese di Thello, primo treno della nuova compagnia ferroviaria franco-italiana TVT». Napolitano visita la mostra con Amato (LaPresse) Napolitano visita la mostra con Amato (LaPresse) EMANUELE FILIBERTO - Ad accogliere il Treno del Milite Ignoto a Termini c’era anche, un po’ defilato rispetto alle autorità, Emanuele Filiberto di Savoia: «Credo che le celebrazioni per i 150 dell’Unitá d’Italia e il 90° anniversario del viaggio della salma del Milite Ignoto siano un bellissimo omaggio - ha detto - che oggi il presidente della Repubblica e le tante autorità presenti fanno ai caduti della I Guerra mondiale».] - Movimentata cerimonia per l'arrivo del Treno del Milite Ignoto alla stazione Termini, in occasione del 150simo anniversario dell'Unità d'Italia. Mentre sul binario 1 il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, accoglieva l'arrivo del convoglio speciale - che ha viaggiato da Aquileia a Roma (l'itinerario compiuto 90 anni fa dalla salma del Milite) - un gruppo di lavoratori dipendenti del Servirail Wagons-Lits ha portato sui binari vicini al convoglio storico striscioni e cartelli, per difendere il posto di lavoro messo a rischio da «485 lettere di licenziamento, a partire dal prossimo 11 dicembre». La protesta dei lavoratori addetti al servizio vagoni letto è durata pochi minuti, senza incidenti.

Il treno del Milite Ignoto giunto a Termini (Graffiti)
Il treno del Milite Ignoto giunto a Termini (Graffiti)
TARGA COMMEMORATIVA - Fischietti e trombette hanno disturbato per poco la celebrazione. Il Capo dello Stato ha poi visitato la mostra allestita all'interno delle carrozze del Treno del Milite Ignoto dal titolo «1921. Da Aquileia a Roma. Il Viaggio del Milite Ignoto», subito dopo aver - accompagnato dal ministro della Difesa, Ignazio La Russa - scoperto una targa all'interno della stazione.
Assente Silvio Berlusconi - impegnato nel vertice sulla crisi economica a Palazzo Chigi -, all'iniziativa erano presenti invece il sottosegretario Gianni Letta, il sindaco di Roma Gianni Alemanno, la presidente della Regione Lazio Renata Polverini, il presidente del Comitato per i 150 anni dell'Unità d'Italia Giuliano Amato, nonché l'Ad delle Ferrovie dello Stato Mauro Moretti.

La protesta dei lavoratori Wagon Lits (Emblema)
La protesta dei lavoratori Wagon Lits (Emblema)
«MORETTI VIOLA LE REGOLE» - «Moretti assume in Francia e licenzia in Italia», attaccano i lavoratori dei treni di notte, che in un volantino denunciano come sia «in corso una gara d'appalto, per l'affidamento, a partire appunto dall'11 dicembre e per il prossimo biennio, dei servizi notturni». Il capitolato d'appalto - vi si legge - prevede una forte riduzione del numero delle corse, «oltre a un drastico taglio degli addetti di bordo e delle città capolinea dei servizi». Non bastasse, dal capitolato è stato escluso il Roma-Parigi: le linee tra Italia e Francia saranno infatti assicurate dal personale francese di Thello, primo treno della nuova compagnia ferroviaria franco-italiana TVT».

Napolitano visita la mostra con Amato (LaPresse)
Napolitano visita la mostra con Amato (LaPresse)
EMANUELE FILIBERTO - Ad accogliere il Treno del Milite Ignoto a Termini c'era anche, un po' defilato rispetto alle autorità, Emanuele Filiberto di Savoia: «Credo che le celebrazioni per i 150 dell'Unitá d'Italia e il 90° anniversario del viaggio della salma del Milite Ignoto siano un bellissimo omaggio - ha detto - che oggi il presidente della Repubblica e le tante autorità presenti fanno ai caduti della I Guerra mondiale».

[02-11-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
 
 
 
 
  • I video della notizia
  • "Anniversario Milite Ignoto -video Vista-"
  • "Protesta ferrovieri a Termini -video Vista-"