Giornale di informazione di Roma - Venerdi 15 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Sparatoria a Tor Bella Monaca, ferito gravemente pugile di 31 anni

agguato in strada, l'uomo era con la fidanzata. Ha provato a scappare ma č stato raggiunto da diversi colpi di pistola

Nella capitale si torna a sparare. Stamattina all’alba, Massimiliano Cogliano, un romano di 32 anni, è stato ferito gravemente a colpi di pistola in via Amico Aspertini, a Tor Bella Monaca. Raggiunto da diversi colpi di pistola al collo e all’addome, l’uomo è stato trasportato in gravissime condizioni al policlinico di Tor Vergata. È in pericolo di vita.

LA DINAMICA - Erano circa le 6 e 30. L’uomo era a bordo della sua auto, una Mercedes grigia, insieme alla sua fidanzata. L’auto con gli aggressori li ha affiancati, aprendo il fuoco. Contro Cogliano sono stati esplosi almeno nove colpi di piccolo calibro, che hanno frantumato i finestrini e perforato il parabrezza. Ferito, Cogliano è sceso dall’auto ed ha provato a scappare, ma i malviventi hanno continuato a sparare con l’intenzione di ucciderlo.

La ragazza, seduta accanto a lui, è rimasta illesa. La sua testimonianza è stata raccolta dai carabinieri della compagnia di Frascati, che hanno ascoltato anche altre persone che potebbero essere collegate alla sparatoria. I carabinieri stanno indagando sulla vicenda: la vittima, buttafuori, pugile della categoria pesi massimi, ha diversi precedenti, soprattutto per droga, e non si esclude che all’origine dell’agguato possa esserci un regolamento di conti.

ESATTAMENTE UN ANNO FA UN AGGRESSIONE IN DISCOTECA - Nel suo passato c’è un episodio che fa rabbridivire. Esattamente un anno fa, sempre all’alba, Massimiliano Cogliano s’era già trovato faccia a faccia con una pistola. Il 31enne stava sedando una rissa in una discoteca dell’Eur, dove lavorava come buttafuori, quando un ragazzo di 27 anni gli aveva puntato una pistola al petto e aveva premuto il grilletto. L’arma si era inceppata. Stamattina invece i colpi sono andati a segno.

La sparatoria arriva a meno di 24 ore dall’allarme dell’associazione nazionale delle forze di polizia, che ha denunciato un aumento dei fenomeni criminali nella capitale. Alemanno aveva annunciato che entro due settimane verrà siglato il “terzo patto per Roma Sicura”, che dovrebbe garantire una migliore gestione e un maggiore coordinamento delle forze dell’ordine sul territorio.
 
 

[01-11-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE