Giornale di informazione di Roma - Lunedi 11 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Il pallonaro Lazio
 
» Prima Pagina » Sport Roma » Il pallonaro Lazio
 
 

In trasferta č super-Lazio: Cagliari al tappeto

Altra vittoria esterna per i biancocelesti: di Lulic, Klose e Rocchi (centesimo goal con la Lazio per lui) le reti che danno i tre punti

La Lazio continua a fare punti pesanti lontano dall'Olimpico, andandosi a imporre con un secco 3 a 0 in Sardegna, a cospetto di un Cagliari ancora imbattuto in casa. Mai così cinici i biancocelesti, che hanno chiuso sul 2 a 0 un primo tempo giocato sotto ritmo, limitandosi a difendere nel secondo. Con questa vittoria la Lazio aggancia il secondo posto, affiancando l'Udinese, a un punto dalla capolista Juventus.

LA PARTITA - Konko stringe i denti e vince il ballottaggio con Stankevicius, che va in tribuna. In atttacco Cissé è ancora preferito a Rocchi. Dall'altra parte Ficcadenti deve rinunciare a Conti e Astori e si affida a Cossu a supporto della coppia Nené-T.Ribeiro. Neanche un minuto di gioco e Ariaudo ha subito sul piede la palla del vantaggio a un metro dalla linea di porta, ma spreca clamorosamente. Il Cagliari sembra più reattivo e la Lazio ci mette un po' a carburare, rischiando grosso nei primi minuti. La partita non decolla e bisogna aspettare la mezz'ora di gioco per segnalare un'altra azione degna di nota: Radu si perde in area T.Ribeiro che spedisce fuori bersaglio di testa. La Lazio arriva al primo tiro in porta della sua partita al 38' e trova subito il vantaggio, a sorpresa: Cissé fa da sponda per Lulic che piazza un tiro a giro imprendibile per Agazzi. Secondo goal stagionale per il bosniaco che continua a stupire nella nuova posizione avanzata. Nainggolan risponde subito con una staffilata che sibila accanto al palo di Marchetti, ma la Lazio è spietata e Klose, ancora lui, non perdona: cross pennellato di Cissé e incornata in tuffo di testa del tedesco. Secondo assist per il francese, sesto goal in campionato per il tedesco e primo tempo che si chiude sul 2 a 0.

Nella ripresa gli uomini in campo non cambiano e la Lazio si limita a difendere il vantaggio senza rischiare. Il Cagliari arriva ripetutamente al cross, soprattutto dalla tre quarti e la coppia Dias-Diakité è chiamata più volte alla respinta aerea in area di rigore. La pressione dei sardi produce due occasioni abbastanza nitide, prima al 61' con Ibarbo che spedisce di testa tra le braccia di Marchetti, e poi al 76' ancora con T.Ribeiro che fallisce, sempre di testa, il goal del 2 a 1. Scampato l'ultimo serio pericolo la Lazio gestisce bene il match e all'87' Rocchi, entrato al posto di Cissé, chiude la pratica ribadendo in rete di destro la palla deviata sulla traversa da Agazzi sulla precedente conclusione di testa dello stesso attaccante. E' il centesimo goal con la Lazio per il bomber veneto che entra così nella storia del club biancoceleste.

E' una Lazio impressionante in trasferta: quattro vittorie, un pareggio e zero sconfitte, un ruolino di marcia da primissimi posti che nessuno al momento può permettersi in Serie A. Fuori dalle mura amiche funziona quasi tutto, dalla fase difensiva, molto più attenta e costante, alla concretezza offensiva. La Lazio capitalizza al meglio le poche occasioni create e taglia le gambe ad avversari volenterosi, che corrono tanto, spesso a vuoto, incassando malamente gli squilli biancocelesti e finendo per perdere lucidità e distanze. Una tattica difficilmente realizzabile all'Olimpico, dove la Lazio paradossalmente crea molto di più, spende tantissimo e soffre le ripartenze avversarie.  In casa bisogna cambiare marcia e il calendario lo permette da subito: giovedì a Roma arriva lo Zurigo e domenica sarà il turno del Parma. Per adesso però, di questa Lazio "al contrario" che azzera di continuo il fattore campo, fa punti e vola in classifica, proprio non ci si può lamentare.

Valerio Lazzari 

 

CAGLIARI-LAZIO 0-3 (0-2)

Reti: 37' Lulic (L), 44' Klose (L), 88' Rocchi (L)

 

Cagliari (4-3-1-2):  Agazzi; Pisano (69' Perico) Canini, Ariaudo, Agostini; Biondini, Nainggolan, Ekdal (54' Ibarbo); Cossu; Nenè, Thiago Ribeiro (86' Larrivey).

In panchina: Avramov, Gozzi, Rui Sampaio, Ceppelini. All. Ficcadenti.

 

Lazio (4-3-1-2): Marchetti; Konko, Diakitè, Dias, Radu; Brocchi (68' Cana), Ledesma, Lulic; Hernanes (78' Sculli); Cisse (84' Rocchi), Klose.

In panchina: Bizzarri, Scaloni, Zauri, Kozak. All. Reja

 

Arbitro: Paolo Silvio Mazzoleni (sez. Bergamo)

Assistenti: Padovan, Passeri;

IV Uomo: Gava.

 

Recuperi: 0' p.t., 4' s.t.

 
 

[30-10-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE