Giornale di informazione di Roma - Giovedi 14 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Cronaca Roma
 
» Prima Pagina » Cronaca Roma
 
 

Testimone del delitto in metrò

''Vanessa ha spinto poi la reazione''

Spunta un testimone, una ragazza di 24 anni che siedeva accanto alle tre ragazze, la testimonianza conferma quella di Doina Matei, la rumena accusata di aver ucciso Vanessa Russo nella metro di Roma ferendola con un ombrello "Vanessa ha spinto una delle due ragazze che ha reagito colpendola con un ombrello a mo' di spada all'altezza del viso".

La teste, 24anni, ha ricostruito - come riporta il "Corriere della Sera" - la lite, fornendo una versione che coincide con quella di Doina Mattei, la principale indagata del delitto. La 24enne era seduta accanto alle tre ragazze, l'italiana e le due rumene. Quest'ultime si sarebbero alzate per avvicinarsi alle porte per scendere. Lo stesso avrebbe fatto Vanessa. A questo punto, racconta la testimone, la vittima avrebbe urlato: "Ma che c... mi spingi?".

"L'italiana ha dato una spinta" Uscita dal vagone, dopo pochi metri la teste vede Vanessa Russo dare una spinta a una delle due straniere. In una attimo la rumena alza l'ombrello, colpendola mortalmente. "Immediatamente io e un'altra signora abbiamo cercato di aiutare la ragazza ferita che perdeva molto sangue dalla bocca, dal naso e da un occhio".
 
 

[03-05-2007]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE