Giornale di informazione di Roma - Sabato 16 dicembre 2017
 
Seguici sui social:

 
 
 
 
 
Tecnologie
 
» Prima Pagina » Tecnologie
 
 

La SIAE cerca di guadagnare anche attraverso i trailer dei film

450 euro a trimestre per pubblicare un massimo di 30 trailer

La SIAE, società italiana degli Autori ed Editori, ha firmato nei giorni scorsi un accordo con le principali associazioni cinematografiche e dello spettacolo (ANEC, ANEM, ACEC, FICE) per ottenere profitti anche dai siti che pubblicano i trailer dei film.

Infatti da gennaio, secondo tale accordo, verranno tutelate tutte le opere pubblicate sul web da terzi: trailer audiovisivi promozionali, gli stacchi o le musiche di sottofondo all'interno dei siti web. L'accordo è stato raggiunto in sordina fino a quando non si è arrivati alla lettura di alcuni comunicati stampa piuttosto eloquenti. " Ogni sito che pubblica trailer dovrà pagare una quota mensile di 450 euro a trimestre per pubblicare un massimo di 30 trailer. "

Corriereromano, come voi ben sapete, vanta una rubrica Cinema ricca di trailer , di contenuti, sempre aggiornata con i migliori titoli in uscita nelle sale italiane. Non ci sembra giusto pagare circa 1800 euro all'anno per pubblicizzare, gratuitamente, attraverso i trailer e le nostre recensioni, i clienti della SIAE.

Questo provvedimento non riguarda solo i siti d'informazione ma anche tutti i portali che si occupano di cinema, i siti on line delle multisale, i blog. Inoltre, chi ha pensato di superare quest'ostacolo pubblicando attraverso Youtube casca male: secondo la SIAE, si svolgerebbe l'attività di "Streaming Service Provider", cioè la trasmissione on-demand di contenuti protetti da diritto d'autore.

Molti siti internet, che si occupano di recensioni e cinema, ha mostrato il proprio dissenso chiudendo la sezione video fino a quando la SIAE non correggerà tale norma.

Per consigli o segnalazioni scrivete a: tecknologie@corriereromano.it

Stefano soriano

 
 

[27-10-2011]

 
Lascia il tuo commento
 
 
 
  CORRELATE